Canada, uccide tutta la famiglia e il motivo è assurdo

Non aveva mai dato un esame e non voleva che i familiari lo scoprissero: Menhaz Zaman ha pianificato tutto mesi prima e li ha uccisi sgozzandoli

Menhaz Zaman con la famiglia (foto dal web)
Menhaz Zaman con la famiglia (foto dal web)

MARKHAM (CANADA) – Il fatto ha dell’incredibile e la notizia sta facendo il giro del web per la crudeltà con cui è stata compiuta. Il giovane Menhaz Zaman di 24 anni ha ucciso la sua famiglia poco prima della laurea: aveva mentito per 3 lunghi anni, non ha mai studiato e dato esami e non voleva che i parenti lo venissero a sapere, ha aspettato così fino alla proclamazione per ucciderli tutti a sangue freddo.

Il ragazzo viveva con la famiglia a Castlemore Avenue, vicino a Mingay Avenue e a sud-ovest di Major MacKenzie Drive East e Markham Road e pianificava gli omicidi già da 3 anni, quando aveva capito che non era portato per l’Università e aveva abbandonato Ingegneria che frequentava a York per passare le sue giornate a bighellonare.

LEGGI ANCHE  —> Scende dall’auto dopo un tamponamento: ragazzo muore travolto da un camion

Ha ucciso i componenti della sua famiglia – madre Momotaz Begum, 50 anni, il padre Moniruz Zaman, 59, la sorella Malesa Zaman, 21, e la nonna Firoza Begum, 70 – il 27 luglio 2019, il giorno prima della sua presunta laurea tanto attesa dalla famiglia.

Come riporta Global News, Menhaz ha ucciso, sgozzandole, prima sua madre intorno alle 15 del 27 luglio e sua nonna un’ora dopo. Dopo gli omicidi si è seduto a giocare ai videogames, ha fatto un pisolino e poi si è messo ad aspettare che sua sorella e suo padre tornassero a casa dal lavoro. Quando sono rientrati li ha colpiti alla testa con un piede di porco e li ha sgozzati entrambi. Dopo gli omicidi ha allertato alcuni amici dicendo “sono un patetico subumano codardo. Avevo pianificato tutto questo da tre anni”.

Il 2 novembre ci sarà l’udienza definitiva

Menhaz Zaman a processo (foto dal web)
Menhaz Zaman a processo (foto dal web)

Nell’udienza di lunedì 26 ottobre, che si è svolta sulla piattaforma Zoom per via delle restrizioni anti Covid, ha detto: “Non sono sicuro di quello che mi succederà, ma vorrei solo scusarmi con chiunque abbia avuto un impatto negativo dalle mie azioni, in particolare con le persone che conoscevano la mia famiglia, gli amici e le persone care. Mi dispiace”.

LEGGI ANCHE -> Pensionato uccide la moglie e chiama la Polizia: dramma nella notte

Durante l’udienza, l’assistente procuratore Kevin Stewart ha detto che Adele Crown, avvocato difensore di Menhaz, stavano presentando una raccomandazione congiunta che scontare l’ergastolo con un periodo di 25 anni di ineleggibilità alla libertà vigilata per gli omicidi di primo grado di Begum, Moniruz e Male. Ha detto che Menhaz dovrebbe avere altri 15 anni di ineleggibilità alla libertà vigilata per l’omicidio di secondo grado di Momtaz, notando che c’erano problemi nel determinare se il suo omicidio fosse stato pianificato e deliberato.

La famiglia di Menhaz Zaman (foto dal web)
La famiglia di Menhaz Zaman (foto dal web)

Il 2 novembre il giudice Michelle Fuerst dovrà stabilire quale sarà la condanna: potrebbe optare per 40 anni di carcere senza libertà condizionale.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter