Guida alla grigliata perfetta: tutti i trucchi da replicare a casa

Grigliata di carne (foto dal web)
Grigliata di carne (foto dal web)
  • Non cucinare mai alimenti freddi da frigo – lo shock termico potrebbe alterare il sapore della carne. Si consiglia di tirare fuori dal frigo i tagli almeno un’ora prima della cottura, due se si tratta di pezzature molto grandi.
  • La brace – Sistemare la carbonella a “capannina” lasciando un corridoio libero alla base da cui possa passare l’aria per alimentare la fiamma. Una volta formate le braci distribuiscile in modo uniforme su tutta la superficie per avere una cottura altrettanto omogenea senza pezzi di carne crudi o pezzi bruciati.
  • Strumenti di cottura – Sono sconsigliati forchette e forchettoni e qualsiasi cosa possa bucare la carne e le salsicce perché così perderebbero i succhi e rimarrebbero secchi ed asciutti. Usa la pinza per girare e togliere i pezzi di carne. Se non siete in grado di valutare lo stato di cottura ad occhio, sempre meglio affidarsi ad un buon termometro a sonda.
  • La marinatura – Per avere una carne aromatizzata la sera prima preparare una marinatura con olio extravergine d’oliva, rosmarino oppure altre erbe aromatiche che avete a disposizione, sale e pepe, vino rosso (per le carni rosse) e versare tutto sulla carne massaggiandola per far assorbire il profumo. Coprire con la pellicola e lascia in frigorifero.
  • Ordine di cottura – Non è un aspetto da sottovalutare, in fatti cuocere seguendo un ordine permetterà di avere tutto caldo in tavola senza far aspettare troppo i commensali impazienti.

Se si dispone di una griglia abbastanza grande partire con le verdure e passare velocemente le salsicce per poi toglierle e tenerle da parte chiuse nella carta stagnola, un trucchetto per portarsi avanti con il lavoro.

LEGGI ANCHE -> Scoprite perché la zucca fa bene alla nostra salute

Grigliata di carne (foto dal web)
Grigliata di carne (foto dal web)

Dopo aver grigliato le verdure ed aver scottato le salsicce, aggiungere le fettine di pancetta e le bistecche. Ricorda di non bucarle per non fa fuoriuscire i succhi. Una volta cotte queste due tipologie di tagli mettere sul fuoco le salsicce che sono già a metà cottura, cuocere anche le costolette e gli spiedini che hanno bisogno di minor tempo di preparazione.

  • Lasciare riposare alcuni minuti dopo la cottura – Togliere la carne dal fuoco e lasciatela su un doppio strato di carta sopra il tagliere, sistema che permetterà di ridistribuire i succhi all’interno dei tagli e far in modo che risultino più saporiti al palato.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter