Attacco vicino alla chiesa di Notre Dame, gli ultimi aggiornamenti

Il deputato di zona Eric Ciotti parla su Twitter di attentato. L’aggressore è stato fermato dalla polizia e trasportato in ospedale.

attacco
Attentato a Nizza (foto dal web)

Attacco all’arma bianca nei pressi della chiesa di Notre-Dame, a Nizza: secondo un primo bilancio, scrive BFM-TV, ci sarebbero almeno tre morti, tra cui una donna che è stata decapitata, e diversi feriti. “L’autore dell’attentato – ha riferito il sindaco Christian Estrosi – mentre veniva medicato dopo essere stato ferito dalla polizia, continuava a gridare senza interruzione Allah Akbar“. Per il primo cittadino di Nizza, “non c’è alcun dubbio sulla natura dell’attacco”. Tra le tre vittime c’è anche il custode della chiesa di Notre-Dame.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>>Terribile incidente tra auto e moto: uomo di 42 anni perde la vita

Attacco a Nizza, sono state adottate misure di sicurezza

attacco a Nizza
Misure di sicurezza (foto dal web)

Grazie alla polizia municipale che ha catturato l’autore dell’accoltellamento”, ha poi aggiunto il sindaco su Twitter, pubblicando varie fotografie del luogo dell’attacco. Il primo cittadino, che è andato sul posto, ha chiesto agli abitanti di evitare l’area. Per ragioni di sicurezza tutte le chiese della città sono state chiuse e poste sotto sorveglianza. Intanto, una cellula di crisi è stata aperta a Place Beauvau, sede parigina del ministero dell’Interno, dove sono attesi il presidente Emmanuel Macron e il premier Jean Castex. Un minuto di silenzio è stato, invece, osservato all’Assemblea Nazionale.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Adriana Volpe è single. Confermata crisi con il marito, lei appare serena – FOTO

 

Un uomo armato di un coltello è stato ucciso dalla polizia ad Avignone: è quanto riferisce radio Europe 1, precisando che l’uomo avrebbe tentato di attaccare dei poliziotti in strada. L’aggressore avrebbe gridato “Allah Akbar”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter