Il cacao, il peccato di gola che fa bene alla nostra salute

Diciamo sì ai peccati di gola ma solo a quelli che fanno bene. Parliamo oggi del cacao: portatore di potenza ed energia

cacao
cacao (kwol/pixabay)

Il cioccolato è molto amato ma anche tanto criticato e, spesso ingiustamente, messo sotto accusa. In primis questo accade perché non avviene la giusta distinzione tra il cioccolato e i suoi surrogati come: creme al gusto di cioccolato, snack al cioccolato o pasticcini al cioccolato. Questi non hanno alcun effetto benefico, anzi, fanno ingrassare, spuntare i brufoli e fanno aumentare il tanto odiato e combattuto grasso addominale. Ovviamente si hanno questi effetti per il gran contenuto di zuccheri contenuti all’interno di questi alimenti. Lo zucchero sappiamo essere un cattivo alleato sia nella perdita di peso sia nel mantenimento di una buona salute. Le proprietà benefiche del cioccolato risiedono invece nelle fave di cacao da cui, dopo essere state tostate e pressate, si ottiene la pasta di cacao. Dalla pasta si può separare il burro di cacao, privo di colesterolo, che contiene un grasso molto buono monoinsaturo di cui è ricco anche l’olio extravergine di oliva. Vediamo le componenti positive e salutari del cioccolato.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Intervista a Ernst Knam: passato, presente e futuro del “Re del Cioccolato”

Benefici del cioccolato

L’ effetto benefico ed immediato che acquisiamo quando mangiamo un quadratino di cioccolato fondente è: una sensazione di benessere. Il cioccolato è infatti un anti depressivo naturale che, stimolando la secrezione delle endorfine (ormoni della felicità), dona nell’immediato una sensazione estremamente piacevole. E’ poi un toccasana per il cuore e per i vasi sanguigni, questo perché aumenta la concentrazione di antiossidanti e contiene polifenoli, che aiutano nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. Rinforza moltissimo le nostre difese immunitarie poiché ricco di vitamine del gruppo B, magnesio e potassio, ferro e fosforo. Ovviamente la ricchezza di magnesio lo rende anche un buon alimento per prevenire e combattere i crampi muscolari. Come ultima cosa ma non per importanza, è molto utile per la nostra pelle. Non lo diremo mai ed invece il cioccolato protegge la nostra pelle da acne e brufoli, poiché grazie alle sue proprietà antiossidanti mantiene la nostra pelle idratata e protetta dai raggi del sole. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Le proprietà benefiche del miele: un vero elisir di salute

Quale cioccolato mangiare e come sceglierlo

cioccolatini
cioccolatini (devanatah/pixabay)

Abbiamo visto le notevoli proprietà benefiche del cioccolato, ma bisogna specificare che il cioccolato che fa bene alla nostra salute deve avere avere una percentuale di cacao superiore all’80%. Bisognerebbe evitare quindi il cioccolato al latte o bianco che di per sé non comportano nessun beneficio. Per gli ingredienti contenuti al loro interno, bloccano l’assorbimento di preziosi polifenoli contenuti invece nel cioccolato extrafondente. Quando ci troviamo al supermercato o in una torrefazione, in preda all’indecisione su quale tipo di cioccolato comprare, ricordiamo sempre che possiamo conciliare la nostra salute al gusto ed al piacere. Non fatevi quindi prendere dal panico, vediamo gli elementi a cui prestare attenzione quando si sceglie una barretta di cioccolato. L’etichetta di un buon cioccolato dovrebbe contenere in quest’ordine i seguenti ingredienti: 1-pasta di cacao (o cacao); 2-burro di cacao; 3- zucchero; 4- aromi di vaniglia o fave di cacao. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Il pane blu fa bene alla salute, lo studio

 Quanto e come mangiarlo

Anche per il cioccolato, come per ogni altro tipo di alimento, è importante non esagerare e procedere con quantità equilibrate. Gli eccessi si sa’, non portano mai a niente di buono e soprattutto nell’alimentazione, bisogna tenerne conto. L’assunzione di cioccolato fondente suggerita è pertanto dai 7gr ad un massimo di 15 gr. Ovviamente la differenza sta nella modalità in cui esso viene assunto. Se abbiamo una leggera fame e vogliamo qualcosa che ci “spezzi la fame” o ci dia un carico di energia immediato, possiamo consumare un quadratino di cioccolata che corrisponde appunto a circa 7gr. Diverso il caso in cui lo sostituiamo ad un frutto di fine pasto o ad una fetta di pane. In questo caso la dose consigliata diventerebbe di 15 gr. A differenza del pane, i grassi contenuti nel cioccolato, limitano la capacità di assorbimento degli zuccheri, non producendo un picco glicemico elevato. 

cioccolato
donna morde il cioccolato (Aleksandra85foto/pixabay)

Mangiare cioccolato fa bene per le sue numerose proprietà e tutti possono mangiarlo, anche chi vuole dimagrire!  

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter