Chiusi senza incasso, titolari del ristorante scrivono a Giuseppe Conte

Chiusi senza incasso, i due titolari di un ristorante a Cremona, costretto a chiudere alle ore 18:00, scrivono a Giuseppe Conte.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Wedding. #LocandaTorriani #Cremona #ristorante #italianrestaurant #italianchef #italianfood #wedding #matrimonioallitaliana

Un post condiviso da LOCANDA TORRIANI (@locandatorriani) in data:

 Amarezza e tanta tristezza per i due titolari di Locanda Torriani, uno dei tanti ristoranti di Cremona costretto – causa ultimo DPCM – a chiudere alle ore 18:00. Un danno ingente per le attività, come nel caso di specie in cui i titolari dell’attività hanno chiuso la giornata con un incasso pari a 0 Euro. Il tutto viene dimostrato da uno scontrino di zero euro che i diretti interessati hanno pubblicato sia su Facebook che su Instagram ed in poco tempo ha fatto il giro del web. Accanto alla foto, una lettera che Samantha Corradin e Simone Lucini titolari della Locanda da un anno, hanno voluto rivolgere al premier Conte: “Buonasera Presidente. Sono scattate le 18.00 e la chiusura cassa è stata fatta”.

LEGGI ANCHE –> Pandemia, aumento dei contagi: la spiegazione di Ilaria Capua

Torneremo a ridere, la promessa dei titolari del ristorante a Giuseppe Conte

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da LOCANDA TORRIANI (@locandatorriani) in data:

I due giovani, innamorati del loro lavoro, non si fanno scoraggiare da quanto accade in questo particolare periodo storico, infatti chiariscono subito: “Durante quest’anno questi due ragazzi sono stati morosi, compagni, amici, colleghi, soci, ma anche pittori, falegnami e muratori sempre per quell’unico obiettivo!”. Una passione per la cucina che li ha portati a fare tantissimi sacrifici pur di raggiungere l’obiettivo finale. Concludono il loro post con una promessa al premier Conte: Torneremo a ridere.

LEGGI ANCHE –> De Luca show in conferenza tra le polemiche: “E’ cresciuta con latte di…”

Locanda Torriani
Locanda Torriani (Facebook)

Una positività arrivata nel cuore di molti, tanti infatti sostengono i giovani sui social e chi li segue dichiara: Il bello di questi ragazzi è che non si piangono addosso ma pensano in modo positivo, non incolpano il governo e gli altri di ciò che sta succedendo ma vedono le cose così come sono e sperano in un futuro migliore. Lo meritano.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.