Sean Connery, riemerge una vecchia intervista. Lecita la violenza sulle donne?

Stanno circolando sul web vecchie interviste rilasciate da Sean Connery, quella più controversa riguarda la sua opinione sulla violenza contro le donne

Sean Connery (foto dal web)
Sean Connery (foto dal web)

Il 31 ottobre è morto Sean Connery, il grande attore scozzese che si è spento a Nassau, alle Bahamas, dove risedeva. Lo ha reso noto la famiglia spiegando che Connery “non stava bene da un po’ di tempo”.

La carriera di Connery abbraccia decenni e tra i vari premi ottenuti vi sono un Oscar, due Bafta e tre Golden Globes. Oltre ai sette film della saga di 007 tra i più amati di sempre, alcune delle altre pellicole più famose che lo hanno visto protagonista sono “Caccia a Ottobre Rosso”, “Indiana Jones e l’ultima crociata” e “Il nome della rosa”.

Dopo la morte di Sean Connery i social si sono riempiti di tributi all’attore, memorie di un grande uomo che ha lasciato un contributo importante nella storia dl cinema mondiale grazie alla sua sagacia e bravura nel plasmare personaggi sempre diversi e coinvolgenti.

LEGGI ANCHE –> Tiziano Ferro, il docufilm come liberazione: bulimia, omosessualità, alcolismo

Sugli stessi social sono tornate anche a circolare sue vecchie interviste in cui l’attore parlava della violenza sulle donne, senza condannarla totalmente. In particolare si sta facendo riferimento a quella rilasciata nel 1965 in cui dava una sua personale versione sull’argomento e che molti non hanno mai accettato da parte sua. “Non credo ci sia nulla di particolarmente sbagliato nel colpire una donna, anche se non consiglio di farlo nello stesso modo in cui colpisci un uomo”.

Connery 2006, “Nessun tipo di abuso nei confronti delle donne è mai giustificato”