“Accetto Miracoli: l’esperienza degli altri”: esce l’album cover di Tiziano Ferro

Oggi, venerdì 6 novembre, è uscito “Accetto Miracoli: l’esperienza degli altri”: si tratta del primo album cover di Tiziano Ferro

Tiziano Ferro
Tiziano Ferro (Getty Images)

Accetto Miracoli: l’esperienza degli altri” è la seconda parte dell’album che Tiziano Ferro ha pubblicato nel 2019: si tratta di 13 canzoni di grandi artisti italiani, che il cantante ha reinterpretato e riproposto nella sua versione. Tiziano stesso ha definito questi brani come “luci piccolissime in fondo al tunnel”, ossia canzoni che hanno rappresentato per lui dei veri e propri miracoli.
Sono canzoni che mi hanno raccontato senza conoscermi, mi hanno fatto innamorare del mestiere di scrittore” – ha rivelato l’artista.

LEGGI ANCHE> Baby K, scatto bollente in accappatoio. Bellezza mozzafiato | FOTO

Tiziano Ferro: esce oggi il secondo capitolo di “Accetto miracoli”

"Accetto miracoli, l'esperienza degli altri"
“Accetto miracoli, l’esperienza degli altri” (web)

Il primo album di “Accetto miracoli” è stato pubblicato nel 2019, ed ha riscosso un enorme successo nel pubblico. Proprio oggi, venerdì 6 novembre, è uscita la seconda parte, contenente 13 brani di cui Tiziano ha realizzato delle cover. “Se faccio l’artista e il cantante, se scrivo canzoni, è perché ho avuto grandi ispiratori che quando mi guardavo intorno cercando la strada, me l’hanno insegnata“: così il cantante si è espresso sui maestri che lo hanno ispirato.

Ecco i singoli che troveremo in “Accetto miracoli”: Rimmel, E Ti Vengo a Cercare, Morirò D’Amore, Bella D’Estate, Margherita, Almeno Tu Nell’Universo, Cigarettes And Coffee, Perdere L’Amore, Piove, Portami a Ballare, Nel Blu Dipinto Di Blu, Ancora, Ancora, Ancora e, per ultimo, Non Escludo Il Ritorno. De Gregori, Ranieri, Mia Martini e Riccardo Cocciante sono solo alcuni degli artisti “omaggiati” da Tiziano.

Tiziano Ferro nuovo singolo annuncio
Tiziano Ferro (web)

Il disco non era previsto. È la mia piccola perla nata durante il lockdown, dal periodo di indigenza, fatica e delirio che stava invadendo il mondo” – ha raccontato il cantante, spiegando come è nata l’idea dell’album. Una reazione di creatività e positività di fronte ad una realtà che si stava lentamente sgretolando.

E, in merito al suo “modus operandi”, Tiziano Ferro ha svelato di non aver voluto stravolgere la natura di queste canzoni, che sono per lui il manifesto dei mostri sacri della musica italiana. “Non ho mai sposato il rifacimento stravolgente di una canzone. Certo, gli arrangiamenti sono nuovi, ma l’intervento deve essere minimo“.

LEGGI ANCHE> Tiziano Ferro, il docufilm come liberazione: bulimia, omosessualità, alcolismo

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.