Michael J Fox, dichiarazione shock: “Quello fu definitivamente il mio momento più buio…”

Una serie di sfortunati eventi hanno scandito la vita di Michael J Fox; dalle patologie riscontrate agli incidenti imprevedibili. Ma anche la grinta che non lo abbandona mai.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Michael J Fox (@realmikejfox) in data:

Michael J Fox ha segnato con i suoi Ritorno al Futuro gli anni ’90. Il film che comprende tre episodi sono stati girati alla fine degli anni ’80. Proprio nel 1991 quando ancora Michael J Fox aveva solo 31 anni gli fu diagnosticato il morbo di Parkinson. Una notizia che portò l’attore a rifugiarsi nei bui tunnel dell’alcolismo. Dopo un periodo fatto di vizi ed abusi, si rimise in gioco impegnandosi sul sociale e creando una formazione mirata alla ricerca di questa atroce malattia. Una presenza costante nella sua vita, quella della moglie dal quale l’attore ha avuto 4 figli e lo portò sulla retta via.

Sul suo rapporto coniugale l’attore ha dichiarato: «Nella nostra relazione preferiamo enfatizzare gli aspetti comici piuttosto che quelli drammatici. La gente guarda me e mia moglie e scuote la testa dicendo “poverini…”. Non capiscono che noi ci divertiamo più degli altri».

LEGGI ANCHE -> Tommaso Zorzi, sfogo nella notte con Francesco Oppini: “Non ho nessuno”

Michael J Fox, “Può andare peggio di così?”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Michael J Fox (@realmikejfox) in data:

 «Due anni fa ho vissuto il momento più buio da quando ho il Parkinson»; un tumore non cancerogeno alla spina dorsale che non solo non gli consentiva di muoversi ma come lo stesso dichiara «Rischiavo la paralisi se non mi fossi operato». Subito dopo l’intervento – riuscito benissimo – per l’attore iniziò una profonda fase di riabilitazione per riprendere a camminare. Ma nemmeno questo lo fermò nel proseguire la sua vita e riprendere la recitazione. Ma una caduta che gli procurò la rottura del braccio proprio quando doveva fare un cameo per un film di Spike Lee gli creò un disagio psicologico: «Quello fu definitivamente il mio momento più buio. Persi la testa. Mentre aspettavo l’ambulanza mi chiesi: “Può andare peggio di così?”. Cominciai a dubitare di tutto…».

LEGGI ANCHE -> Tommaso Zorzi e Francesco Oppini, arriva il chiarimento: “Ci ritroveremo”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Michael J Fox (@realmikejfox) in data:

Dopo tante tragedie adesso Michael J Fox pare abbia trovato la serenità, sempre accanto alla sua famiglia, il suo punto di forza da sempre. 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter