Nuovo Dpcm, la fuga dalla zona rossa continua e arriva la stretta

Entra in vigore il nuovo Dpcm e ricomincia la fuga dalle zone rosse alle seconde case in particolare in Liguria e Toscana, attenzione a nuovi lockdown

nuovo dpcm
zona rossa (foto dal web)

Sono passati otto mesi dal primo lockdown in Italia, dalla fuga disperata da Nord a Sud e dalla comparsa del Covid-19 che ha messo in ginocchio il nostro Paese e l’Europa intera. Eppure a distanza di tempo le cose sembrano rimaste immutate poiché in alcune parti dell’Italia inizia una nuova fase, la seconda quarantena. Stiamo parlando delle zone rosse, quelle che prevede il Dpcm in vigore da oggi 6 novembre fino al 3 dicembre che divide il Paese in tre aree, quelle con un alto rischio, rischio moderato e basso rischio. In questo modo torna alla ribalta il tema di chi legittimamente ha deciso di trascorrere, soprattutto da Piemonte e Lombardia, le prossime settimane nelle seconde case delle riviere liguri, proprio come durante il lockdown di primavera. Ma il Governo non ci sta ed è già a lavoro per nuove strette. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>>Palestre chiuse, la testimonianza: “Dopo anni di sacrifici, oggi è tutto appeso ad una grande incertezza”

Nuovo Dpcm, la fuga verso l’isola felice, ma per quanto?

toscana
paesino della Toscana (pixabay)

Nelle ultime quarantotto ore si sono verificati dei notevoli rallentamenti sull’autostrada Savona-Torino e nelle altre strade principali. In Liguria e in Toscana si sta verificando questo fenomeno, molti hanno lasciato la propria città ormai diventata fantasma per trascorrere queste settimane in pace e tranquillità. I sindaci delle “isole felici”, per scongiurare un’impennata di contagi, corrono ai ripari con maggiori controlli. E’ l’unica cosa che possono fare. All’Isola d’Elba si valuta in queste ore di imporre l’isolamento a chi arriva da fuori, mentre il presidente toscano Giani lavora a un’ordinanza per impedire la permanenza nelle seconde case a chi non ha il medico di base in regione. Inoltre è probabile che vengano effettuati controlli a campione in tutte le località. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Effetto Covid sul lavoro, l’area dove si soffre di più

liguria
Liguria (pixabay)

Ma non è finita qui, Domenica su questo fronte potrebbero esserci novità importanti. Infatti fra i territori c’è chi è stato classificato a basso rischio coronavirus perché non ha inviato i dati. Ma entro la fine della settimana i numeri dovranno arrivare e la stretta potrebbe espandersi.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter