Afte: cause e sintomi. Come mantenere una buona salute orale

Le afte, lesioni ulcerose della bocca, provocano molto fastidio e spesso non si conosce il modo per poter intervenire. Approfondiamo insieme le cause e i modi per curarle

afte orali
afte orali (kreatikar/pixabay)

Quante volte ci è capitato di avere all’interno della bocca una lesione ulcerosa e biancastra tanto fastidiosa e dolorante da renderci impossibili anche semplici attività quotidiane? Mangiare, bere, lavarsi i denti: tutte pratiche normali che, alla presenza di un afta, diventano complesse. Infatti, dopo un iniziale prurito, alla comparsa dell’aftosi si può avvertire da un semplice fastidio ad un dolore molto intenso. Questo perché ad aggravare la situazione contribuiscono i cibi che consumiamo. Sfregamenti di cibi voluminosi, alimenti piccanti o bollenti, tutte situazioni che aumentano il livello di fastidio/dolore. L’aftosi orale, appare come una macchia bianca rotonda, con bordo rosso e che si sviluppa nelle parti molli della bocca: lingua, pavimento della bocca, palato molle o all’interno di guance e labbra. La sensazione si malessere dura all’incirca dai 4 ai 7 giorni e può essere accompagnata da malessere, con casi più gravi di febbre. Vediamo perché queste piccole macchie si manifestano.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Denti sani e forti. Tutti i consigli per mantenere la nostra bocca in salute

Cause afte orali

Il disturbo delle afte orali è molto comune, tanto da colpire circa il 20% delle persone. Le cause non sono del tutto note ma sono comunque riconducibili ad alcuni fattori in cui è possibile collocarsi.

Predisposizione genetica: se si hanno delle patologie predisponenti come celiachia, malattie infiammatorie intestinali o se si assumono dei farmaci particolari. 

ciclo mestruale: nelle donne è più frequente la formazione di afte soprattutto nel ciclo mestruale o nel momento di assunzione di contraccettivi. Per questo motivo, secondo alcuni studiosi, nel momento della gravidanza ci dovrebbe essere una remissione delle afte orali. 

Carenze nutrizionali: l’assottigliamento della mucosa si verificherebbe per carenza di vitamina B12, acido eolico e ferro. Il cattivo funzionamento del sistema immunitario è una delle cause più importanti alla base di queste piccole ulcere. 

Traumi locali: ad esempio spazzolare la mucosa in maniera troppo intensa o un morso accidentale. 

Ipersensibilità: sia che si tratti di prodotti che usiamo per l’igiene orale come dentifricio e collutorio o che si tratti di ipersensibilità verso alcuni alimenti, tra i più predisposti ricordiamo latte, noci, kiwi, fragole e pomodori. 

A questi fattori vanno poi aggiunte anche alcune componenti psico-emotive come ansia, depressione o forte stress e comportamenti legati allo stile di vita come un’alimentazione scorretta. Possiamo curare le afte? Scopriamolo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Sbiancare i denti in casa: ecco i rimedi naturali più efficaci!

Cura e trattamento delle afte

La scelta terapeutica dipende dalle caratteristiche dell’afta, quindi dalla natura, dal numero delle lesioni nella bocca e dalla durata con cui compaiono. Diciamo che solitamente l’afta si risolve spontaneamente ma possiamo ricorrere a dei trattamenti per alleviare il dolore e per permettere alla nostra bocca di guarire più velocemente. Perciò, oltre ad un’adeguata igiene orale, si possono usare gel, dentifrici e colluttori antisettici o contenenti principi antinfiammatori che si possono reperire tranquillamente in farmacia.

Altrimenti si può ricorrere a terapie naturali e tra le più efficaci ritroviamo gli sciacqui della bocca con Tea tree Oil, dal forte potere lenitivo ed antibatterico. Visto il suo sapore molto forte ed acro, se si ha difficoltà nel procedere con gli sciacqui si può effettuare un piccolo massaggio direttamente sulla lesione. Con lo stesso procedimento ed uguale risultato abbiamo anche l’utilizzo dell’aloe vera in gel, anch’essa dal potere antinfiammatorio.

Infine è bene ricordare come ci debbano essere anche degli accorgimenti nell’alimentazione e nello stile di vita. Chi è predisposto dovrebbe, per precauzione, evitare cibi piccanti ed acidi, mangiare molta frutta e verdura e bere almeno 2 litri di acqua al giorno. Inoltre il consiglio è anche quello di usare, in caso di necessità, degli integratori di vitamine e sali minerali che migliorano il funzionamento del sistema immunitario. 

lavare i denti
igiene orale (slavolijobovski/pixabay)

Le afte orali sono un disturbo che può coglierci di sorpresa ma che, una volta individuate e riconosciute possono essere curate e tenute sotto controllo semplicemente con uno stile di vita corretto ma soprattutto con una buona igiene orale! 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter