Calabria, Commissario Sanità nella bufera: “Mascherine? Non servono a un c…”

Il neo commissario alla Sanità per la Regione Calabria, Giuseppe Zuccatelli è finito nella bufera per alcune sue dichiarazioni in merito all’epidemia.

Giuseppe Zuccatelli
Il commissario alla Sanità Giuseppe Zuccatelli (screenshot)

Esplode (di nuovo) la bufera in Calabria in ambito Sanità. Nella giornata di venerdì il Commissario nominato per l’emergenza Covid, Saverio Cotticelli, era stato sollevato dal proprio incarico dopo aver dichiarato in diretta nazionale di non aver predisposto alcun piano d’emergenza per la sua regione. Affermazioni che hanno scatenato le ire del Governo in particolar modo quelle del Ministro del Sud, Peppe Provenzano. Quest’ultimo tramite un post su Facebook dichiarò, infatti, che Conticelli sarebbe stato immediatamente rimosso e che il Governo avrebbe provveduto ad una nuova nomina. E così è stato: ieri sera è giunta comunicazione che il nuovo commissario sarà Giuseppe Zuccatelli. Ma su quest’ultimo, però, sono sorti dubbi e perplessità relativamente a delle sue dichiarazioni che collidono con il ruolo per cui è stato scelto.

Leggi anche —> Istituto Superiore di Sanità: i dati sull’età media dei positivi deceduti in Italia

Calabria, commissario alla Sanità Giuseppe Zuccatelli: “Per contagiarsi 15 minuti con la lingua”

Fresco di nomina, Giuseppe Zuccatelli è già al centro della polemica. Il neo commissario alla Sanità della regione Calabria secondo alcuni non sarebbe assolutamente idoneo a ricoprire il ruolo per cui è stato scelto. A determinare questo convincimento alcune sue dichiarazioni su virus e mascherine.

La mascherina non seve a un c…. Ciò che serve è la distanza!” affermava Zuccatelli in questo video ormai divenuto condiviso in ogni angolo della rete e lanciato dal senatore Marco Siclari. “Per prenderti il virus, se io fossi positivo, dovresti baciarmi con la lingua in bocca per un quarto d’ora, altrimenti non te lo trasmetto”. Dichiarazioni che hanno aperto una nuova crepa all’interno della Sanità calabrese. “Il virus si prende se tu hai una frequentazione in cui le gocce di saliva ti arrivano per minimo 15-20 minuti addosso”.

Parole che hanno scatenato seria indignazione, in primis quella del senator Siclari che come anticipato attraverso la propria pagina Facebook ha divulgato il video di Zuccatelli accompagnato dal seguente ironico commento: “Sono stato il primo, il 31 gennaio 2020, in aula parlamentare a dire al Ministro della Salute che bisognava usare le mascherine. Prima ancora che il Covid-19 arrivasse in Italia, così da scongiurare l’esplosione della Pandemia. Come farà ora il neo nominato dottor Zuccatelli a convincermi che non servono ad un c…?

Leggi anche —> Viminale: chiusura strade e piazze anche prima delle 21

Mascherine (GettyImages)
Mascherine (Getty Images)

La Regione Calabria, pare quindi non riesca a trovare un momento di serenità. Dopo la prematura scomparsa della compianta presidente Jole Santelli, l’inserimento in zona Rossa, lo scivolone dell’ex commissario Conticelli, ora anche la bufera su Zuccatelli.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.