Covid, stretta sulle sigarette: “Multe salate per chi fuma in strada”

Potrebbe arrivare a breve un’ulteriore stretta sulle sigarette per quanto riguarda le multe inerenti a chi contravviene le norme anti Covid sul corretto uso delle mascherine

“Sempre più spesso i nostri agenti di pattuglia per i controlli si imbattono in persone che fumano per strada con, ovviamente, la mascherina calata”, così si è espresso Andrea Gallo, il comandante della polizia locale di Treviso sul ‘Gazzettino’, a proposito di chi fuma in strada. Nelle regole anti Covid il Governo non ha mai fatto chiarezza su chi ha il vizio del fumo e tutto è stato lasciato al buon senso di ogni fumatore. Il comandante Gallo ha dichiarato che “Per il momento chiudiamo un occhio, ma non sarebbe un atteggiamento consentito”, visto che, aspirando il fumo della sigarette e buttandolo poi fuori, il fiato potrebbe essere “potenzialmente contagioso”. Quindi, se i contagi dovessero continuare a salire, come purtroppo dimostra il bollettino che emana ogni giorno la Protezione Civile, a Treviso almeno, il vizio delle “bionde” sarà punito con un’ammenda. Sarebbe quindi buona norma allontanarsi dagli altri e fumare in un luogo lontano dalle altre persone.

LEGGI ANCHE -> Covid Napoli, de Magistris: Ospedali al collasso: cerchiamo di evitare zona rossa VIDEO

Covid, Mascherina abbassata e sigarette: a quanto ammontano le multe

Un terzo degli italiani ha riserve per soli 3 mesi. Lo dice Bankitalia.
Donna con mascherina (foto Pixabay)

Le sanzioni per chi non rispetta la quarantena possono andare da 500 a 5 mila euro e inoltre è previsto anche il carcere (da tre a 18 mesi) con relativa denuncia penale. Le multe per chi non indossa la mascherina ammontano a 400 euro. Chi non ha una ragione valida per spostarsi (salute, necessità, lavoro) potrà incappare in sanzioni pari a 280 euro e nel caso in cui si è recidivi l’ammenda salirà fino a 560 euro.

LEGGI ANCHE -> Covid Calabria, commissario Cotticelli: Non sapevo di dover fare il piano per l’emergenza sanitaria

Covid
Donna con mascherina (foto Pixabay)

Nelle zone gialle come il Veneto di cui abbiamo parlato poc’anzi, anche i ristoratori rischiano delle multe se non rispettano la chiusura alle 18 dei propri esercizi commerciali. Anche in questo caso le sanzioni vanno da 280 a 560 euro.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter