Acqua di cottura della cicoria: eccellente toccasana depurativo

Se vi sentite gonfi ed appesantiti è il momento giusto per utilizzare l’acqua di cicoria. Scopriamo le importanti proprietà di questa verdura di stagione 

verdura
piante di cicoria (David_will/pixabay)

In questo periodo, in cui trascorriamo la maggior parte del nostro tempo a casa, mantenersi in forma ed in salute è importante. Bere molto e mangiare più frutta e verdura può non bastare. Esiste però un modo per unire al meglio le due cose ed aiutarci a depurare il nostro organismo: l’acqua di cottura della cicoria. 

La cicoria, una vasta famiglia di insalata dal gusto amarognolo, è tra gli ortaggi più consigliati a scopo diuretico. E’ in grado di combattere le infiammazioni, di fornire un’azione naturale e protettiva al fegato, e di stimolare la digestione. Di conseguenza, bere l’acqua di cottura della cicoria, è un toccasana eccezionale. Scopriamo nel dettaglio tutti i benefici.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Il carbone vegetale, l’integratore naturale per combattere il gonfiore

Benefici della cicoria

bere
ragazza beve (stokpic/pixabay)

La cicoria è un concentrato di virtù nutritive e uno dei più preziosi depurativi del sangue. Quest’ortaggio ci aiuta infatti a depurare il fegato, le vie biliari e tutto il nostro organismo. E’ ricco di sali minerali essenziali come potassio, ferro e calcio. Anche il quantitativo di vitamine, in particolare B,C, K e P, la rendono un alimento utilissimo in caso si anemia o artrite. Inoltre ha un effetto lassativo. Per questo è particolarmente adatta a chi soffre di stitichezza. 

Il suo sapore amaro è dovuto alla presenza dell’acido cicorico, sostanza che favorisce la diuresi, aiutandoci ad eliminare i liquidi in eccesso. Un’ alleata per combattere ritenzione idrica e cellulite. 

Questi erano nello specifico i benefici della cicoria e, di conseguenza, della sua acqua. Questo perchè durante la cottura, molte sostanze vengono sprigionate, rimanendo attive. Vediamo nel dettaglio come utilizzare l’acqua di cottura della cicoria. 

TI POTREBBE INTERESSaRE ANCHE>>>Dieta autunnale, come rimettersi in forma con i prodotti di stagione

Una delle sostanze più preziose per il nostro organismo rilasciata della cicoria durante la cottura è l’inulina. L’inulina che garantisce una buona funzione intestinale, depurando il nostro organismo. Nonostante il gusto sia alquanto amaro, l’acqua di cicoria è in tutto e per tutto un eccezionale toccasana ed è alla portata di tutti.

Quindi, proprio perché in cucina nulla viene buttato, quando la vostra cicoria sarà cotta estraetela e, con un colino a maglie strette, filtrate l’acqua. Fatela raffreddare prima di consumarla e se potete evitate di salare l’acqua durante la cottura. Bevetene una tazza o al mattino a digiuno o durante la giornata prima dei pasti principali e conservatela in frigorifero.

Un consiglio per renderla più piacevole e per rendere il sapore meno amarognolo è quello di aggiungere un pò di succo di limone. In questo modo avrete una bevanda meno amara e più aspra. 

limoni
succo di limone (stevepb/pixabay)

Regolatrice delle funzioni intestinali e portatrice di virtù nutritive, l’acqua di cicoria sarà una bevanda di cui non vi pentirete, anzi, ringrazierete per gli effetti diuretici immediati.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter