Pandemia, parla l’infettivologo Galli sul natale, rinunceremo ai cenoni

L’infettivologo Galli sostiene che a Natale non bisognerà assolutamente fare i grandi cenoni con tante persone come a Ferragosto

Massimo Galli lancia l'allarme Foto dal web
Massimo Galli lancia l’allarme Foto dal web

Il natale è a rischio, lo conferma l’infettivologo Massimo Galli del Sacco di Milano. Dovremo scordarci i grandi cenoni di natale a cui siamo abituati con famiglia allargata. Già a ferragosto abbiamo sbagliato, afferma Galli e ora ne paghiamo le conseguenze. Non possiamo dunque permetterci di sbagliare nuovamente.

Le nuove misure restrittive e i vari lockdown distribuiti per il paese potrebbero non dare risultati in tempo per il natale. Pertanto potremmo trovarci nel pieno della seconda ondata proprio nei giorni festivi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Il premier Conte su ipotesi nuovo lockdown: “Governo a lavoro per scongiurarlo”

Natale a rischio per la nuova ondata di contagi da covid-19, ci vuole cautela

Massimo Galli (foto facebook)
Massimo Galli (foto facebook)

Se le misure restrittive e i lockdown adottati in questo periodo dovessero funzionare a mitigare la diffusione del virus, comunque la riapertura sarà graduale e ci sarà bisogno di grande cautela. Non si può replicare ferragosto in alcun modo. Inoltre l’esperto Galli sostiene che le persone non sono accomodanti come a marzo. La gente è stanca e arrabbiata pertanto diventano irrazionali e vanno contro le disposizioni, come è accaduto a Napoli e Roma, dove sono scesi in piazza a manifestare.

Galli ha anche commentato la vicenda dei visoni in Danimarca, che a quanto pare hanno sviluppato geni mutanti del virus e possono trasmetterli all’uomo. Lui sostiene che è possibile in quanto tutte le modifiche che vengono apportate alla natura, infine vengono pagate. Gli allevatori potrebbero aver infettato i visoni, che hanno sviluppato un gene diverso del virus e che a loro volta trasmettono all’uomo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Si dà fuoco in strada dopo essersi cosparso di benzina: dramma nel pomeriggio

Coronavirus Medico (Getty Images)
Coronavirus Medico (Getty Images)

Galli sostiene che sicuramente è una situazione che metterebbe ancora più in difficoltà la situazione attuale. Però ribadisce invece che gli animali domestici non presentano alcun rischio di contagio. L’esperto conclude poi spiegando, che è possibile che il virus della seconda ondata sia cambiato e che stanno studiando il fenomeno in Italia per comprendere.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook,Instagram e Twitter