Riutilizzare le mascherine chirurgiche dopo averle lavate. Cosa succede

Lavare le mascherine chirurgiche e riutilizzarle. É possibile farlo? Scopriamo cosa dice uno studio francese al riguardo

Mascherine chirurgiche
Mascherine lavate – GettyImages

Le mascherine ci sembravano un oggetto così strano da portare giornalmente. I primi giorni di quarantena erano introvabili e costosissime. Adesso invece sono ovunque, arrivando addirittura a diventare un accessorio di moda. In molti hanno fatto la scelta consapevole di comprare quelle traspiranti in stoffa, soprattutto con l’idea di evitare sprechi e accumulare inutile spazzatura che si riverserebbe nel nostro ambiente. Consideriamo, inoltre, il grande risparmio economico.

La decisione è dettata anche dal fatto che, com’è noto, le mascherine chirurgiche hanno una durata solo di 4 ore. Trascorso questo tempo sono pressoché inutili. Ma è davvero così?

Ti potrebbe interessare anche >>> Un bicchiere di vino rosso al giorno può allungare la vita, a dirlo è la scienza

Mascherine chirurgiche. Lavate e stirate: si possono riutilizzare?

Mascherina
Mascherina (Getty Images)

Uno studio condotto da alcuni scienziati francesi e pubblicato sulla rivista per i consumatori Que choisir, ha riportato dei risultati sbalorditivi. L’esperimento si è concentrato su tre tipi diversi di mascherine chirurgiche acquistabili nei supermercati e nelle farmacie. Nello specifico, due di esse (classificate di tipo 1) seguivano la normativa EN 14683, con un’efficienza di filtrazione batterica del 95%. La terza, invece, simile in tutto e per tutto ad una qualsiasi mascherina chirurgica, non apportava su di essa marchi ufficiali.

I test hanno riscontrato che tutte e 3 le mascherine, da nuove, hanno bloccato più del 98% di particelle superiori in grandezza a 3 µm, ottenendo risultati migliori delle mascherine in tessuto che rappresentavano il dato di confronto.

Dopo 10 lavaggi in lavatrice, averle passate altrettante volte in asciugatrice e stirate a bassa temperatura, le performance si sono mantenute ottimali per tutti e tre i modelli. Si sono solo un po’ infeltrite. Per quanto riguarda invece i livelli di traspirabilità, solo una non ha soddisfatti i requisiti, ma comunque può essere utilizzata durante la giornata in situazioni di attività poco intensa.

Leggi anche >>> Acqua di cottura della cicoria: eccellente toccasana depurativo

mascherine in tessuto
mascherine in tessuto (gettyimages)

Si conclude quindi che è possibile il riutilizzo delle mascherine chirurgiche per un uso non medico. Le loro prestazioni, se lavate, non vengono compromesse. É una buona notizia per il nostro portafogli ma soprattutto per l’ambiente. Questi oggetti, diventati ormai così comuni, sono realizzati in plastica non riciclabile.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter