Covid, primo caso di cane positivo al virus in Italia: l’appello del medico

In Puglia si è registrato il primo caso di un cane positivo al Covid: è la prima volta in Italia che un animale domestico viene infettato 

Cane e gatto covid
Cane e gatto (foto pixabay)

A Bitonto in provincia di Bari un cane è risultato positivo al virus. Si tratta di una barboncina che è stata contagiata dai suoi padroni: la coppia pugliese è in isolamento nella propria abitazione. Secondo quanto ha raccontato all”AdnKronos’ Nicola Decaro, professore ordinario all’Università del capoluogo pugliese di malattie infettive degli animali: “Questo è il primo esemplare trovato con l’infezione in corso e la presenza dell’Rna virale” e, per fortuna, la famiglia ha permesso ai medici di analizzare la situazione anche del proprio cucciolo cosicché si sia potuto testare e analizzare il suo indice di contagiosità. Su questo punto Decaro ha tenuto a puntualizzare che la barboncina infettata dai propri padroni non è in pericolo: precisando anche gli altri padroni di cani e gatti: “voglio tranquillizzare chi ha animali domestici a casa, non c’è nessun pericolo”. 

LEGGI ANCHE ->Tutte le vittime del Covid: dai 19 ai 90 anni. I dati recenti

Primo caso di cane positivo al Covid, Decaro: “Gli animali domestici non rappresentano alcuni pericolo per l’uomo”

Cane covid positivo
Cane (Foto di Nandhu Kumar da Pixabay)

Il professore ordinario dell’Università di Bari ha affermato che nell’intero pianeta i cani e gatti positivi al Coronavirus sono asintomatici e tra i casi conosciuti una ventina hanno “una carica batterica molto bassa e quindi non infettante. Come anche il caso della barboncina di Bitonto”. Quest’ultima però risulta avere ancora un “virus attivo“. La cagnolina non rientra nella ricerca dei medici pugliesi che stanno analizzando animali domestici presenti nel Nord Italia. Durante lo studio si è visto che 64 cani e 57 gatti appartenevano a persone contagiate e nessuno di loro aveva contratto il coronavirus. Su 919 persone prese in esame solo il 9 per cento “era stato a contatto con il virus”.

LEGGI ANCHE -> Pandemia Covid, il sintomo della malattia da non sottovalutare

Cane e gatto covid
Cane e gatto (Foto di Alexander Taoussanidis da Pixabay)

Resta però chiaro il messaggio di Nicola Decaro che gli animali da compagnia non rappresentano un rischio di contagio (“è quasi zero”) per l’uomo. Nel caso in cui si risulti Covid-positivi, l’appello dello studioso è il seguente: “per tutelare la salute dei nostri animali, è bene affidarli ad amici o parenti non positivi che possano prendersene cura”. 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.