Dormire male. Il motivo che non ti aspetti e che sei tu stesso a provocare

Dormire male. Se vi è capitato di svegliarvi al mattino più stanchi di quando siete andati a letto, questo articolo potrebbe darvi una significativa spiegazione

Dormire male
Dormire male – Pixabay

Se durante la notte ti giri e ti rigiri nel letto per ore, se sei stanco e nonostante ciò non riesci comunque a chiudere occhio, se ti capita di svegliarti più e più volte, non preoccuparti. Non sei solo: questi disturbi sono frequenti e diffusi nella popolazione.

Una buona qualità del sonno incide in maniera determinante sul nostro stato di salute e sul generale benessere fisico e psicologico della persona. Mangiare sano, fare esercizio fisico costante e regolare, sono senza dubbio le basi per una buona qualità di vita. Ma dormire in maniera corretta non è certamente una condizione da sottovalutare. Chi soffre d’insonnia spesso lamenta una serie di caratteristiche che rendono difficile le attività da svolgersi durante le ore di veglia: stanchezza, irritabilità, stress, difficoltà di apprendimento, problemi di memoria e svogliatezza.

Leggi anche >>> PELLE PERFETTA: TUTTI I PASSAGGI DA FARE PRIMA DI DORMIRE

Dormire male. Cos’è il circolo circadiano

Dormire (Getty Images)
Dormire (Getty Images)

Secondo gli scienziati questo avviene perché qualcosa disturba il regolare funzionamento del circolo circadiano. Per spiegarlo in parole semplici, si tratta di una sorta di “orologio interno” presente nell’organismo di ogni individuo. Questo meccanismo è sincronizzato con il ciclo naturale del giorno e della notte, attraverso lo stimolo esterno di varizione della luce solare, per esempio. E’ anche dettato da stimoli di natura sociale, quali possono essere il pranzo o la cena consumati sempre alla stessa ora. Con l’assenza o l’interruzione di questi input, il circolo circadiano continua a essere presente, ma può subire delle variazioni significative che compromettono il benessere della persona. Una conseguenza è proprio il disturbo del sonno.

Svegliarsi più volte durante la notte impedisce di raggiungere la fase REM, ossia la fase profonda del sonno. Sono i nostri stessi ormoni a dirigere tutto come un’orchestra che suona alla perfezione. Se il direttore (cioè l’individuo) dà al corpo pessime indicazioni, ne risulta una confusione totale.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Maschera per punti neri fai da te: ricette facili ed efficaci!

Dormire fa perdere peso (Getty Images)
Dormire (Getty Images)

E’ diventata abitudine della maggior parte della popolazione, quella di andare a dormire con un dispositivo in mano, che sia televisione, un pc, tablet o cellulare. Quando la luce diminuisce poiché è sopraggiunta la sera, il nostro ipotalamo suggerisce al corpo di diminuire la temperatura e produrre più melatonina (ossia l’ormone del sonno). Durante il mattino, con la luce del giorno, il corpo produuce altri ormoni, fra cui il cortisolo, e si “svegliano i nostri motori”. Se provochiamo un diverso equilibrio sottoponendo il nostro corpo ad una luce con una lunghezza d’onda che può influire sul nostro ritmo sonno/veglia, ecco qui che nasce il problema.

La soluzione quindi pare ovvia: evitare di guardare schermi nei momenti precedenti al sonno.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter