Giuseppe Conte, messaggio sulle scuole e sui colori delle regioni

Giuseppe Conte ha parlato dei vari aggiornamenti sulle zone e lancia un messaggio alle scuole: “Non sono focolai”. Premier in collegamento con Landini

Niccolò Conte
Guseppe Conte (getty images)

Sono giorni cruciali quelli che stiamo vivendo, l’Italia si appresta alle nuove restrizioni in vigore dalle scorse settimane e si prepara a nuovi cambiamenti. Intanto il Premier Giuseppe Conte in videocollegamento all’evento ‘Futura: lavoro, ambiente, innovazione’, dialogando con il segretario Generale della Cgil, Maurizio Landini, affronta anche il tema della scuola e, ovviamente, la seconda ondata di contagi in Italia. “Confido anche che il tasso Rt si abbassi, ma il pericolo continua. – afferma – Bisogna rafforzare la medicina territoriale e i Covid hotel sono importanti”. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Autocertificazione speciale per Babbo Natale: la richiesta di un bambino a Giuseppe Conte

Giuseppe Conte, qual è il messaggio agli italiani?

fase 2
Giuseppe Conte (Getty Images)

Durante il collegamento, Il Premier ha annunciato una nuova Cabina di regia che valuterà quali sono le regioni destinate al cambio di colore. Inoltre facendo riferimento alle scuole, Conte lancia un messaggio agli italiani: “Dobbiamo essere franchi sulla scuola, la ricerca e i dati dicono che non sono focolai di diffusione dei contagi. Noi cerchiamo di analizzare i dati, abbiamo un approccio pragmatico. C’è un valore della didattica in presenza“. E poi riferendosi al personale medico annuncia:” Siamo consapevoli che va rafforzata la medicina territoriale. Nel rinnovare i contratti dei pediatri abbiamo previsto 30 milioni in più”. Non solo. “Covid hotel sono importanti – aggiunge il premier durante il dibattito con Landini – “perché alcuni ricoverati in area medica potrebbero essere lì seguiti e dimessi prima dalle strutture ospedaliere”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Covid, parla Arcuri: “Ondata in calo e novità sul vaccino”

Giuseppe Conte Serie A
Il premier Giuseppe Conte (Getty Images)

Il Premier riconosce che in questo periodo sono stati fatti errori anche da parte del Governo, “ma – afferma- in pochi mesi è difficilissimo una tendenza di anni”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter