Locride, si costituiscono i presunti responsabili dell’omicidio del ragazzo di 25 anni

Dopo giorni di indagine, si sono costituiti i presunti responsabili dell’omicidio di Salvatore Pangallo, il ragazzo ucciso nei giorni scorsi nella Locride (Reggio Calabria).

Omicidio Locride ragazzo
Carabinieri (Getty Images)

Si sono costituiti ai carabinieri i due presunti assassini che nella mattinata di lunedì avevano ucciso un ragazzo di 25 anni e ferito il padre di quest’ultimo nelle campagne di Bianco, nella Locride, in Calabria. I due sarebbero padre e figlio che si sarebbero presentati in caserma a distanza di poche ore l’uno dall’altro. Da quanto emerso sino ad ora, alla base dell’agguato vi sarebbero dissidi familiari dato che i due soggetti costituitisi sono parenti delle vittime.

Leggi anche —> Omicidio Gabriel Ferolato: arriva la condanna per la madre

Locride, si costituiscono i presunti responsabili dell’omicidio del ragazzo 25enne: sarebbero due parenti

Covid-19 napoli
Carabinieri (Getty Images)

Nelle scorse ore, si sono presentati dai carabinieri per costituirsi i due presunti responsabili dell’agguato consumatosi lunedì scorso, 9 novembre, nelle campagne di Bianco, comune nella provincia di Reggio Calabria. Nell’agguato era stato ucciso a colpi d’arma da fuoco Salvatore Pangallo, un giovane di 25 anni, mentre il padre di quest’ultimo, Costantino Pangallo di 61 anni era rimasto ferito ed era stato trasportato in ospedale. I due soggetti costituitisi alle forze dell’ordine, come riporta l’Ansa, sono un giovane 23enne ed il padre che sarebbero parenti delle vittime.

Dai primi accertamenti, pare che all’origine dell’agguato possano esservi dissidi familiari probabilmente legati ad alcuni problemi di confini di alcuni terreni. L’ipotesi di una lite familiare era stata tra le prime al vaglio degli inquirenti che erano giunti sul luogo dell’omicidio dopo l’allarme lanciato dalla fidanzata di Salvatore Pangallo. Immediatamente erano scattate le indagini per rintracciare i responsabili e gli inquirenti avevano effettuato controlli a tappeto sul territorio, principalmente ad Africo, circostanza che potrebbe aver spinto i due parenti a costituirsi.

Leggi anche —> Uccide la moglie a colpi di pistola, arrestato il marito

Leggi anche —> Massimo Galioto, rinviata sentenza per l’omicidio di Beau Solomon: causa Covid

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Le indagini dei militari dell’Arma della Compagnia di Bianco adesso proseguiranno per cercare di chiarire con esattezza la dinamica dei fatti ed accertare il movente.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.