Tragedia in mattinata: infermiere si toglie la vita gettandosi dal balcone

Un infermiere di 48 anni si è tolto la vita gettandosi dal balcone della sua abitazione ad Antessano, frazione di Baronissi, in provincia di Salerno.

Infermiere Baronissi suicidio
(Getty Images)

Tragedia in provincia di Salerno, dove un uomo si è tolto la vita gettandosi dal balcone della sua abitazione. È accaduto nella mattinata di ieri ad Antessano, frazione del comune di Baronissi. Stando alle prime informazioni, la vittima, un infermiere di 48 anni, soffriva da tempo di depressione che, probabilmente potrebbe essersi riacutizzata, dopo la scoperta di essere risultato positivo al coronavirus. Sul posto sono arrivati i soccorsi che non hanno potuto far nulla per l’uomo. I carabinieri hanno avviato gli accertamenti per risalire alle ragioni che hanno spinto l’infermiere a compiere l’estremo gesto.

Leggi anche —> Ragazzo ritrovato senza vita nel giardino di una villetta: dramma nel pomeriggio

Salerno, tragedia in mattinata: infermiere si toglie la vita gettandosi dal balcone della sua abitazione

Monza suicidio uomo
Ambulanza (Getty Images)

Un uomo di 48 anni si è tolto la vita nella mattinata di ieri, giovedì 12 novembre, ad Antessano, frazione del comune di Baronissi, in provincia di Salerno. L’uomo, infermiere che prestava servizio presso l’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno si sarebbe lanciato nel vuoto dal balcone della sua abitazione. Stando a quanto riportato dalla stampa locale e dalla redazione di Fanpage, il 48enne era affetto da depressione e da qualche giorno era risultato positivo al Covid-19, probabilmente contratto in ospedale.

Presso l’abitazione sono arrivati i sanitari del 118 ed i volontari della Croce Rossa, ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Il personale medico ha potuto solo constatarne il decesso. Intervenuti anche i carabinieri che hanno avviato gli accertamenti per risalire alle motivazioni che abbiano spinto l’infermiere a togliersi la vita.

Numerosi i messaggi di cordoglio per la famiglia dell’operatore sanitario che lascia la moglie e due figlie adolescenti. Tra i messaggi anche quello del segretario generale della Fp Cgil Salerno, Antonio Capezzuto che ha scritto in una nota: “La terribile notizia della morte dell’operatore sanitario del Ruggi ha scosso tutto il personale dell’Azienda. Esprimiamo tutto il cordoglio dei lavoratori e della nostra organizzazione alla famiglia dell’infermiere deceduto quest’oggi a Baronissi, iscritto alla Fp Cgil Salerno. La tutela della salute mentale degli operatori sanitari in relazione all’emergenza Covid-19, è un elemento assolutamente da non sottovalutare“.

Leggi anche —> Aveva solo 19 anni, Irene muore investita da un ubriaco

Il cordoglio della FP CGIL Salerno per la morte dell’operatore sanitario Ferdinando Basile.
“Una notizia terribile che…

Pubblicato da FP CGIL Salerno su Giovedì 12 novembre 2020

È necessario –conclude Capezzuto- fornire supporto agli operatori sanitari nella gestione dello stress e del malessere crescente legato alla gestione di questa emergenza. Urge assolutamente garantire l’attivazione di un servizio di supporto e sostegno psicologico e psicosociale“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.