Scena unita: gli artisti sostengono i lavoratori della musica e dello spettacolo

Scena Unita: il mondo degli artisti si è unito a quello degli enti privati per dare un contributo concreto ai lavoratori della musica e dello spettacolo

scena unita conferenza
Conferenza stampa per presentare il progetto Scena Unita ( foto della redazione)

Questa mattina in diretta streaming si è tenuta la conferenza stampa del progetto Scena Unita. L’iniziativa nasce con lo scopo di sostenere e tutelare i lavoratori della musica e dello spettacolo. Cristina Parodi ha moderato l’evento a cui hanno partecipato Fedez e Shade, due degli artisti fondatori del progetto, Gloria Zavatta presidente di Cesvi, Giovambattista Praticò e Dino Lupelli, general manager. Da mesi il settore dello spettacolo è in ginocchio. Le conseguenze su tutta la filiera produttiva, di cui fanno parte i lavoratori autonomi o con contratto a intermittenza, senza le giuste tutele, e piccole imprese con margini davvero irrisori, sono disastrose: c’è la concreta possibilità che l’intero comparto non regga questo secondo stop.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>X-Factor, annuncio di Fedez in diretta davanti ai giudici

Scena Unita: quali sono gli obiettivi?

scena unita
conferenza stampa di Scena Unita (foto redazione)

L’obiettivo di Scena Unita della Musica e dello spettacolo è quello di realizzare un’iniziativa di prossimità per costruire un’opera di aiuto e supporto, in cui gli artisti mettono a disposizione la propria visibilità, influenza e notorietà dando, in maniera diretta e concreta, un aiuto a quei lavoratori senza i quali la loro arte non avrebbe potuto prendere forma. E’ stato istituito un fondo che sarà costituito grazie alle donazioni degli artisti e degli enti privati. Fedez è uno dei promotori del progetto e durante la conferenza ha ribadito: “L’idea era di fare un’iniziativa che avesse una triplice valenza – afferma –  coesione, far ripartire un ambito ormai fermo da tempo e recuperare più fondi per aiutare quei lavoratori che mettono in scena quello che noi facciamo”. CESVI, organizzazione umanitaria italiana laica e indipendente, fondata a Bergamo nel 1985, in collaborazione con La Musica Che Gira e Music Innovation Hub gestiranno Il Fondo SCENA UNITA .

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Questi famosi artisti musicali sono anche figli d’arte

Le donazioni

Ad oggi hanno aderito Amazon Prime Video, che ha deciso di supportare la comunità creativa e i lavoratori del settore, e altri brand come Banca Intesa San Paolo, Estetista Cinica, Fendi, Vertigo, Friends & Partners, Magellano Concerti, Vivo Concerti, Live Nation, Arcobaleno Tre Srl, Sony Music Entertainment Italy, Warner Music, Universal Music
Italia, FIMI, Endemol Shine, Fremantle Italia, Layla Cosmetics, Trident, BPM Concerti,
42 Records, Bomba Dischi, Eclectic, DNA Concerti, Tanta Roba, Alchimia, SDL che
costantemente collaborano con il mondo dello spettacolo per veicolare identità e valori. È
importante che anche in questo caso il sodalizio persista. Tra i vari artisti hanno già aderito: Gigi D’Alessio, Achille Lauro, Alessandra Amoroso, Gianni Morandi, Sabrina Ferilli, Carlo Verdone, Tommaso Paradiso, Chiara Ferragni, Emma Marrone, Gianna Nannini, Calcutta e tanti altri ancora.

Gli interventi

Durante la conferenza diversi artisti sono intervenuti per ribadire ancora una volta lo scopo dell’iniziativa e convincere gli altri artisti a donare per una giusta causa. Tra questi Achille Lauro: ” E’ un grande gesto di solidarietà – ha detto – non lasciare le persone indietro, è nostro dovere tutelare chi fa questo lavoro”. E ancora Gianni Morandi: “Il fatto che facciamo anche noi un gesto concreto è una cosa importantissima”.  Sottolinea:” Il mondo non può vivere senza musica, senza spettacoli, senza teatri, questo ci colora la vita“. Fedez ha poi ribadito: “E’ un atto collettivo dovuto dagli Artisti a fianco dei lavoratori”. Poi afferma:” in un paio di settimane abbiamo fatto quello che andava fatto in alcuni mesi”.

fedez
Fedez in diretta per Scena Unita (foto redazione)

Ci sarà un comitato di gestione che si occuperà di organizzare il piano di lavoro e i comitati tecnici: uno di sostegno immediato e il secondo di formazione e progettualità. Per il momento sono stati recuperati 2 milioni di euro. A seconda di quante donazioni verranno fatte nel giro di un paio si settimane, si potrà capire da quale progetto iniziare. Il nostro focus – conclude Fedez – è quello di far rimanere vivo il progetto anche dopo l’emergenza”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter