Come smettere di farsi bloccare dalla paura e trasformarla in un’opportunità!

“Il nemico è la paura. Si pensa che sia l’odio, ma è la paura”. Lo diceva il Mahatma Gandhi, l’uomo che cambiò il mondo con la sua “non violenza”, lui fu l’uomo che lottò al fianco e per tutelare gli ultimi. Dunque di lui abbiamo il dovere di fidarci. Se anche per te il tuo nemico è la paura, devi assolutamente leggere questo articolo.

Paura
La paura può essere un freno per il raggiungimento degli obiettivi personali (Free-Photos da Pixabay)

Se sei arrivato fin qui è perché senti il peso della paura a ogni piccola o grande azione della tua vita. Ecco, per sciogliere il ghiaccio ti diremo una cosa: non sei l’unico. Già, perché avere paura di affrontare determinate situazioni o avere paura di quello che verrà è assolutamente comune e, purtroppo, paralizzante.

In questo articolo ti daremo qualche consiglio su come affrontare le tue paure e trasformarle in un motore che accende la tua creatività e la tua voglia di fare.

Sei sicuro di conoscere te stesso fino in fondo?

conoscere se stessi
Sai veramente chi sei o ti affidi al racconto che gli altri fanno di te? (Gerd Altmann da Pixabay)

Prima di elencare quelle azioni e quegli atteggiamenti che possono esserti utili per combattere la paura è importante fare un discorso sulla consapevolezza di sé.

La frenesia del quotidiano, il vortice della vita, troppo spesso non ci dà l’opportunità per riflettere su noi stessi, su quali sono i nostri punti di forza e quelli di debolezza, le nostre fragilità, i bisogni, i desideri.

Bene, avere del tempo per ascoltarsi e conoscersi fino nel profondo è importantissimo per migliorare il nostro atteggiamento nei confronti della vita, del prossimo, del futuro.

Per cui il primo consiglio che dobbiamo darti è quello di iniziare a fare un ragionamento su te stesso. Ti conosci abbastanza? Sai quali sono le tue caratteristiche? Sai quali sono gli aspetti più preponderanti del tuo carattere? Riesci a capire come vieni percepito dalla tua cerchia di amici o dalle persone che ti vogliono bene?

Bene, se sai rispondere a queste domande sei già a metà dell’opera. Se invece nutri dei dubbi su te stesso è fondamentale iniziare a lavorare. Ma non ti preoccupare perché come diceva Giorgio Faletti in Notte prima degli esami “l’importante non è quello che trovi alla fine di una corsa… l’importante è quello che provi mentre stai correndo”.

LEGGI ANCHE –> Trauma psicologico | le paure più diffuse di chi ne soffre

Questo per dirti che il percorso verso il raggiungimento della serenità è spesso tortuoso e proprio per questo vale la pena di essere vissuto fino all’ultimo respiro.

Ti basti pensare che la conoscenza di sé passa inevitabilmente per il contesto in cui si cresce. Questo perché ogni persona viene interpretata da chi la circonda e dunque vuol dire che saranno sempre gli altri ad attribuire un significato a quello che siamo e a quello che facciamo.

La notizia però è che quasi mai le interpretazioni degli altri (amici, familiari, compagni di scuola) sono corrette. Dunque,

Non sempre, o meglio quasi mai, questa interpretazione è corretta. Ha più a che vedere con gli interpreti che con noi stessi. Il processo di conoscenza, dunque, inizia con il distaccarsi dalle idee che gli altri hanno di noi.

Dunque, inizia a concentrarti su te stesso, sui tuoi obiettivi, sui tuoi sogni e sulle tue difficoltà. Ragiona, poniti delle domande e prova a rispondere in maniera sincera. Se riuscirai a rispondere senza difficoltà sei già a metà dell’opera.

Migliora la qualità delle tue giornate

cibo sano
Migliora la qualità della tua vita mangiando sano, facendo attività motoria, dormendo bene e nutrendo la tua mente (PublicDomainPictures da Pixabay)

Per combattere le tue paure e sconfiggerle devi assolutamente fare in modo che la qualità del tuo tempo e delle tue giornate migliori visibilmente. I consigli che ti elencheremo ti daranno un grande aiuto sia a livello fisico che mentale. Chiaramente, è importante che queste piccole indicazioni, nemmeno troppo complicate da seguire, vengano rispettate tutte quante insieme.

  • Mangia sano. Probabilmente ti starai chiedendo cosa c’entri il cibo con la paura. C’entra eccome! “Mens sana in corpore sano” scriveva nelle Satire il poeta romano Giovenale. Eppure questa locuzione latina è sopravvissuta al tempo ed è arrivata fino a noi perché una sana alimentazione ricca di cibi naturali e alcalini migliora notevolmente la nostra salute e la qualità della vita.
  • Fai attività fisica. Stai tranquillo, non devi diventare un culturista. Non è necessario che tu passi ore e ore della tua vita tra le mura di una palestra. Fare attività fisica vuol dire praticare uno sport ma anche camminare, perdersi nel bosco o tra i palazzi della tua città. Insomma, l’importante è muoversi. E lo sport, così come l’alimentazione, sono il primo indicatore della qualità della vita.
  • Dormi almeno sei ore a notte. Il sonno è considerato il più importante rigeneratore della nostra vita perché regola la rigenerazione del corpo e del cervello, l’eliminazione delle tossine del metabolismo e il riordino dei conflitti emozionali. Hai capito bene, anche la paura rientra tra i cosiddetti conflitti emozionali dunque dormire bene ti aiuterà a incamminarti sulla strada giusta.
  • Nutri la tua mente e il tuo spirito. Per arrivare a un buon equilibrio interiore non serve solo quello di cui abbiamo parlato prima ma è altrettanto normale nutrire la mente e l’anima di “buon cibo”. Il nostro consiglio, dunque, è quello di leggere libri e giornali, di viaggiare, di scoprire la natura e l’arte. Insomma, di appassionarti della vita. Attenzione però al cibo che dai alla tua mente, fai sempre in modo che non sia esclusivamente “junk food”.

Quando senti la paura voltati indietro

strada
Essere consapevoli della strada percorsa è fondamentale per combattere le proprie paure (光曦 苏 da Pixabay)

Se hai paura di fare qualcosa, di affrontare una situazione o semplicemente se hai paura di cambiare le tue abitudini quello che ti consigliamo caldamente di fare è di voltarti indietro. In senso metaforico, chiaramente.

Voltati indietro per guardare con i tuoi occhi la strada che hai percorso e fai scorrere nella tua mente le immagini del trailer della tua vita.

LEGGI ANCHE –> Test psicologico | Scopri le tue vere paure | Cosa temi davvero?

Siamo certi che durante il tuo cammino avrai affrontato momenti bui, situazioni complicate. E siamo altrettanto sicuri che spesso quei problemi che ti toglievano il sonno li hai dovuti affrontare da solo, con le tue forze e senza l’aiuto di nessuno.

Bene, voltarsi indietro vuol dire proprio questo, guardare al passato e proiettarlo nel futuro per prendere coscienza che niente può distruggerti, che hai già affrontato situazioni complicate e che sarai sicuramente in grado di farlo ancora.

Credi in te stesso e nelle tue capacità

credi in te stesso
Credere in sé stessi è fondamentale per superare le proprie paure (Elias Sch. da Pixabay)

Quante volte ti sei detto che non ce la puoi fare, che non sei capace di affrontare una situazione o di fare qualcosa? A bloccarti, fondamentalmente, è la paura.

Eppure, se solo tu credessi un po’ di più in te stesso e nelle tue capacità il problema sarebbe sicuramente di più semplice risoluzione. E’ vero, non è semplice ma non è nemmeno impossibile.

Inizia dalle piccole cose di tutti i giorni, anche dalle sfide più piccole e che ti appaiono insignificanti. Dunque, come prima cosa, puoi iniziare ad affidarti alle tue capacità smettendo di concentrarti sui tuoi fallimenti ma facendo mente locale su quelle che sono le tue piccole vittorie quotidiane, quelle che ti hanno reso orgoglioso della persona che sei diventata.

In fondo, credere in sé stessi è un banale esercizio di volontà. Immagina che la volontà sia un muscolo che va esercitato quotidianamente mediante esercizi appropriati centrati e mirati a un obiettivo specifico: promuovere il proprio benessere e la propria crescita personale.

Una cosa che puoi tenere a mente per iniziare il tuo allenamento quotidiano della volontà è che ciascuno di noi è unico e speciale e la nostra unicità deve sempre essere un punto di forza.

Per quanto può sembrarti assurdo, sin da bambini le persone che ci vogliono bene (come ad esempio i nostri genitori) ci spingono ad adeguarci alla “maggioranza” perché pensare e comportarsi come gli altri è “normale”. Essere unici, invece, vuol dire essere diversi, e il diverso non è sempre socialmente accettato.

Quello che ti consigliamo di fare è di esercitarti a pensare in modo differente e ad accettare la diversità come sinonimo di ricchezza e mai di stranezza. La diversità può solo farti diventare più aperto e può spingerti a guardare il mondo con occhi diversi.

Non farti paralizzare dal giudizio degli “altri”

sentirsi giudicati
Soffrire per il giudizio degli altri è un grande ostacolo al superamento delle nostre paure (SplitShire da Pixabay)

Molto spesso le nostre paure hanno molto a che fare con il giudizio altrui. Abbiamo paura di fare qualcosa perché ci sentiamo giudicati, perché temiamo l’opinione che hanno di noi le persone della nostra vita.

Ti sveleremo un segreto. Prova a prenderti meno sul serio e concentrati sui tuoi bisogni e sulle tue aspirazioni. Non dimenticare, nemmeno per un minuto, i tuoi obiettivi.

Sappiamo molto bene quanto il giudizio degli altri possa essere paralizzante ma devi fare uno sforzo fidandoti di te stesso e delle tue capacità. Solo così potrai abbandonarti e mettere finalmente le tue paure in un cassetto.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.