Il Covid uccide una giovane mamma poliziotta

Si è spenta ieri a causa del Covid Manuela Scodes di 42 anni e mamma poliziotta. Tutta la Polizia di Stato la piange e le reca cordoglio

La #PoliziadiStato piange la scomparsa di Manuela Scodes 42 anni morta per #COVID19” questa la nota della Polizia di Stato per ricordare Manuela, la mamma poliziotta stroncata nella capitale partenopea dopo la lunga lotta contro il Covid.

Manuela Scodes si era ammalata qualche tempo fa ma troppo forte per lei quel terribile virus che l’aveva colpita e ieri la tragica notizia della sua morte. Lascia il marito Alberto e tre figli piccoli, Diego 8 anni, Christian e Gioele gemellini di 4.

LEGGI ANCHE -> Salerno, 21enne muore in ospedale dopo una settimana di agonia

Il Meridiano.it spiega che il calvario di Manuela inizia un mese fa quando, alle prime avvisaglie della malattia viene trasportata in ambulanza all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli ma qui vista la gravità delle sue condizioni, viene trasferirla nella terapia intensiva dell’Ospedale del Mare. Le difficoltà respiratorie però hanno il sopravvento e il cuore di Manuela ieri ha deciso di spegnersi.

Le forze dell’ordine piangono anche Salvatore Savinelli

Il virus si è portato via anche un altro responsabile delle forse dell’ordine, il carabiniere Salvatore Savinelli di 53 anni ricoverato da diversi giorni al Covid Hospital di Maddaloni nel casertano.

Salvatore era appuntato scelto con qualifica speciale ed addetto alla Sezione Tribunali del Reparto Carabinieri Servizio Magistratura di Napoli. Le sue condizioni all’inizio sembravano buone tanto che lo stesso carabiniere durante il suo ricovero aveva condiviso diversi video e post sui social in cui chiedeva a tutti di essere prudenti con la malattia e di indossare sempre i dispositivi di protezione individuale.

LEGGI ANCHE -> Covid, Giuseppe muore in ospedale. Sull’auto arrivano le multe e il biglietto di uno sconosciuto

Ospedale Caldarelli (Foto di Silas Camargo Silão da Pixabay)
Ospedale (foto di Silas Camargo Silão da Pixabay)

L’Arma dei Carabinieri ha commentato così la sua scomparsa il primo Novembre: “L’App. Sc. Q.S. Savinelli è l’ennesima vittima di questa battaglia che l’Italia intera si trova nuovamente a combattere, un uomo che credeva profondamente nel proprio lavoro e nella famiglia, che quotidianamente con silenziosa umiltà rinnovava con il servizio il giuramento prestato, servendo il proprio Paese“.

 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.