La Rai dopo 20 anni chiude uno storico programma, fan allibiti

L’ideatore del programma Marco Giusti spiega che la Rai non vuole più proseguire il rapporto lavorativo: “Vorrei capire perché, e non ci riesco”.

Stracult
Stracult – Getty Images

Marco Giusti è la mente, l’anima e il fondatore del programma di Rai 2 che dal 2000 va in onda, in seconda serata.

Il titolo della trasmissione è un riferimento ai migliori cult movie, rivisitando la storia del cinema dalle origini. Infatti ripropone le migliori sequenze dei film italiani dagli anni ’40-’50, dettagliandole. Gli spezzoni tratti dalle pellicole e le interviste danno modo di ricostruire le storie e i rapporti tra attori, registi e produttori dietro la macchina da presa. Inoltre molti spezzoni vengono rivisti proprio con i protagonisti del film commentando con loro aneddoti, retroscena e curiosità.

LEGGI ANCHE –> CRISTINA D’AVENA E LA SEDUZIONE DALLA FIALDINI: “A ME PIACE …” STUDIO IN ESTASI

Attualmente la trasmissione è condotta dallo stesso Giusti, insieme ad Andrea Delogu e Fabrizio Biggio che portano avanti un programma di nicchia ma che dà spazio a film in uscita, b-movies e chicche da scoprire.

Addio a Stracult

Delogu e Giusti Stracult - foto dal web
Delogu e Giusti Stracult – foto dal web

Probabilmente la chiusura del programma è dovuta, da una parte per il fatto che Giusti è prossimo all’età del pensionamento e dall’altra per il Covid che costringe un po’ tutti, anche la tv pubblica, a fare dei tagli e limitare i costi.

LEGGI ANCHE –> Michelle Hunziker, con le labbra rosso fuoco è un’opera d’arte  FOTO

Eppure Giusti non ci sta e commenta: “Non mi hanno chiesto nulla. E non mi hanno neanche parlato di ascolti. Che devo dire, se le cose si vogliono fare, si fanno: ma non mi sembra questo il caso” sottolineando il fatto che la sua visione non converge con quella dei vertici Rai e che gli sembrerebbe inutile continuare senza il suo nome.

Inoltre l’ideatore di Stracult ricorda come in questi anni la trasmissione abbia dato spazi a nomi come Max Giusti, Lillo e Greg e Andrea Delogu.

Biggio e Delogu – foto dal web

L’autore conclude deluso e amareggiato: “Abbiamo un archivio pazzesco che adesso rischia di diventare inutilizzato e tremo al pensiero che possa finire per sempre in una cantina o magari gettato via (…). Presentiamo a ogni puntata i migliori film in uscita, Rai Cinema intanto produce a tutto spiano con il paradosso che la Rai non avrà più un vero programma dove si parla dei film (…). Ci chiudono, buon per loro. Ma vorrei capire perché, e non ci riesco”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.