Barack Obama, la confessione: “Se dicessi sì Michelle mi lascerebbe”

Barak Obama, ex presidente degli Stati Uniti mette le cose in chiaro sul suo futuro politico. Felice per Biden ma non in campo

Barak Obama
Barak Obama e la moglie michelle (GettyImages)

Barak Obama, ex presidente degli Stati Uniti, gioisce per la vittoria di Joe Biden a neo eletto presidente degli States nonostante le resistenze di Donald Trump che non vuole ammettere la sconfitta.

Molti vorrebbero Obama nella squadra di governo che il neo presidente sta formando. Lui che è stato veramente molto amato, seguito da un’elezione di un capo politico che era di certo agli antipodi di tutto quello che lui aveva costruito e per il quale si era battuto durante il suo mandato.

Ma su una sua possibile presenza nella squadra di Biden ha messo le cose in chiaro. Poche le parole usate ma emblematiche. Lui non ci sarà. Si certo non una bella notizia per tutti gli americani che hanno votato Biden e speravano di vederlo ancora al governo.

La motivazione è molto semplice. Obama l’ha spiegato a Gayle King della Cbs: “Michelle mi lascerebbe” ha affermato. “Probabilmente ci sono alcune cose che non farei perché Michelle mi lascerebbe”, ha detto. “Mi direbbe ‘Cosa? Stai facendo coooooosa?’” ha ribadito mettendo un punto definitivo alla questione.

LEGGI ANCHE –> Joe Biden. Prime indiscrezioni sui nomi dei ministri del futuro governo

Barack Obama, tutto pronto per la sua autobiografia

Obama (GettyImages)
Barack Obama (GettyImages)

“Una terra promessa” è il titolo dell’autobiografia di Barak Obama. Un libro nel quale l’ex presidente degli Stati Uniti si racconta in lungo e in largo ed uscirà domani 17 novembre.

In anteprima per l’Italia, come rivela il Corriere della Sera, nella prefazione del libro rivela che questo progetto è nato “poco prima della fine della presidenza” dopo che Obama e la sua Michelle si sono “imbarcati sull’Air Force One per l’ultima volta, diretti a ovest per una pausa a lungo rimandata”.

Entrambi stanchi e provati, fisicamente ed emotivamente, per il lungo mandato: “non soltanto per le fatiche degli ultimi otto anni ma anche per gli esiti inattesi di un’elezione in cui, come mio successore, era stato scelto un leader politico agli antipodi rispetto a tutto ciò per cui ci eravamo battuti” ha ammesso.

LEGGI ANCHE –> Elezioni Usa, Trump: “I cittadini non accetteranno questo voto truccato”

Obama
Obama (GettyImages)

È da qui che parte tutto. Obama parla anche della vittoria di Trump tra i tanti tempi affrontati nell’autobiografia e dei giovani: “Se resto fiducioso, è perché ho imparato ad avere fiducia nella nuova generazione”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter