Juventus, Bendtner: “Il primo giorno a Torino ho visto 12 giocatori che fumavano in bagno”

Durante un’intervista l’ex calciatore Niklas Bendtner ha parlato della sua esperienza alla Juventus raccontando un aneddoto sul suo primo giorno a Torino.

Niklas Bendtner Juventus giocatori fumavano
Niklas Bendtner (Getty Images)

L’ex giocatore Niklas Bendtner è tornato a parlare della sua carriera calcistica, appena terminata, in un’intervista rilasciata ai microfoni dell’emittente radiofonica britannica BBC Radio 5. L’ex centravanti, nel corso del suo racconto, ha parlato anche della breve esperienza in Italia con la maglia della Juventus durata solo una stagione. Bendtner, in merito, ha rivelato che al suo primo giorno a Torino non trovava i suoi nuovi compagni di squadra e recatosi in bagno ha trovato 12 di loro che bevevano caffè e fumavano sigarette.

Leggi anche —> Juventus-Napoli, UFFICIALE: respinto il ricorso degli azzurri

Bendtner racconta il suo primo giorno alla Juventus: “12 giocatori che fumavano e bevevano caffè in bagno”

Niklas Bendtner
(Getty Images)

Una parentesi sportivamente negativa quella vissuta da Niklas Bendtner alla Juventus durante la stagione 2012-2013. Il centravanti danese era arrivato a Torino con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato a 6 milioni di euro. Dopo un avvio non proprio dei migliori il centravanti si infortuna prima al polso e successivamente agli adduttori della coscia sinistra, infortuni che lo terranno lontano dal campo per diversi mesi. L’avventura a Torino si chiude con poche presenze e nessun gol e con il mancato riscatto del suo cartellino.

Di questa breve parentesi, l’ex centravanti, ritiratosi la scorsa estate dopo aver vestito la maglia del Copenaghen, è tornato a parlare in un’intervista rilasciata all’emittente radiofonica britannica BBC Radio 5. Nel dettaglio, Bendtner ha raccontato il suo primo giorno a Torino: “Non trovavo i miei nuovi compagni, poi all’improvviso vedo 12 giocatori che ridevano e scherzavano in bagno mentre fumavano sigarette e bevevano caffè“. L’ex attaccante dei Gunners ha proseguito affermando: “Ti potevi trovare di fronte a Buffon o a Pirlo e a quel punto cosa puoi dire a due così? Se guardi alla loro carriera“. Tornando all’episodio legato al fumo, Bendtner ammette che nello spogliatoio vi era un segno di apparenza e, dunque, tale problema non veniva posto mai a nessuno.

Leggi anche —> Festa in casa Juventus. Tanti auguri ad una vera leggenda – FOTO

Andrea Pirlo
L’allenatore della Juventus Andrea Pirlo (Getty Images)

Infine, l’ex calciatore della nazionale danese, ammette che i giocatori con il vizio del fumo non solo alla Juventus, ma in ogni squadra in cui ha militato vi era sempre qualcuno che fumava. In Italia, però conclude Bendtner, è più comune un giocatore con il vizio del fumo, mentre in Inghilterra viene vissuto più come un caso, come accaduto con Mario Balotelli.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.