Pandemia, nuova casa farmaceutica annuncia vaccino

Coronavirus, notizie positive provengono dalla casa farmaceutica americana Moderna: il vaccino sarebbe efficace al 94,5%.

Coronavirus Vaccino
Coronavirus, attività in laboratorio (pixabay)

Una notizia positiva è arrivata dall’America, precisamente dall’azienda Moderna, impegnata in questi mesi con la sperimentazione del vaccino utile per debellare l’infezione da Covid-19. Ha annunciato infatti che il vaccino da loro testato – sarebbe giunto alla fase 3 – avrebbe un’efficacia pari al 94,5%. Un risultato grandioso che supera il 90% di efficacia proclamato la scorsa settimana dalla Pfizer. Ma dalla sperimentazione sarebbe emerso un dato ancora più incoraggiante, ovvero rimarrebbe stabile per 30 giorni a temperature che oscillano tra i 2  ed i -8 gradi °C . “La temperature di un normale congelatore o frigorifero domestico o medico”. Dalla nota dell’azienda farmaceutica emergerebbe che intende presentare una richiesta d’autorizzazione all’uso per emergenza (Emergency Use Authorization, Eua) alla Fda statunitense nelle prossime settimane. E’ atteso che l’Eua si baserà sull’analisi finale di 151 casi e su un follow-up mediano di oltre 2 mesi”.

LEGGI ANCHE -> Pandemia, Andrea Crisanti: “Vi dico come fermare i contagi”

Pandemia, la conservazione del vaccino americano

Coronavirus Vaccino
Coronavirus, sperimentazione Vaccino (pixabay)

La peculiarità del vaccino sperimentato da Moderna starebbe quindi nella capacità di del prodotto finale di essere conservato in frigo. Una maggiore resistenza che permette così un più agevole trasferimento da un posto all’altro senza che questo possa comprometterne l’efficacia. A tal proposito, Juan Andres – capo delle operazioni tecniche e ufficio qualità di Moderna – ha dichiarato: “Siamo lieti di presentare queste condizioni di stabilità estesa per l’mRNA-1273 alle autorità per l’approvazione. La possibilità di conservare il nostro vaccino fino a 6 mesi a -20° C, inclusi fino a 30 giorni in condizioni normali di frigorifero dopo lo scongelamento, è uno sviluppo importante e consentirebbe una distribuzione più semplice e una maggiore flessibilità per facilitare una vaccinazione su più ampia scala negli Stati Uniti e in altre parti del mondo”.

LEGGI ANCHE —>>> Covid, Mentana a L’Aria che tira: “ha sbagliato chi doveva decidere”

Coronavirus Vaccino
Coronavirus Vaccino (foto dal web)

Una produzione quindi agevolata dalla possibilità del vaccino di essere trasportato attraverso i comuni congelatori e/o frigoriferi farmaceutici.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.