Come combattere l’ansia da coronavirus e vivere serenamente nella propria casa

Quello che stiamo vivendo non è assolutamente un periodo facile, anzi possiamo subito dirti che è uno dei momenti storici più difficili del mondo contemporaneo. Eppure anche da esperienze così traumatiche, che lasciano il segno, è possibile uscirne addirittura più forti di prima. Basta semplicemente armarsi di pazienza e buona volontà. 

rinascita
Dai momenti più bui è possibile venirne fuori, basta solo volerlo (Hans Braxmeier da Pixabay)

In questo momento storico così complicato siamo sicuri che più di una volta hai avuto la tentazione di lasciarti di andare, di farti prendere dalla disperazione, di perdere la speranza.  Non devi permettere all’ansia di prendere il sopravvento e in questo articolo ti insegneremo come combattere l’ansia e fare di questo periodo critico un trampolino per la rinascita.

Prendere coscienza del problema

Prima di iniziare a parlarti di come affrontare l’ansia in un momento così nefasto è essenziale dirti che nessuno ha la formula magica per risolvere i problemi, specialmente quelli relativi alla sfera più intima.

Soffrire di crisi di ansia, depressione, attacchi di panico magari dovuti alla condizione che stiamo vivendo è assolutamente normale però è necessario, prima di tutto, prendere coscienza del problema.

Non esistono formule magiche o metodi infallibili per risolvere i problemi o per soffocare il malessere che senti dentro. Esiste però la buona volontà, la resilienza e la pazienza che sono armi efficaci per combattere in qualsiasi momento buio della vita.

Quello che devi assolutamente fare è prendere coscienza del tuo problema, in questo caso devi riconoscere che stiamo vivendo un dramma, una situazione surreale che ha portato alla morte decine di persone e ha recato danni a moltissimi operatori economici.

Attenzione, non minimizzare le conseguenze di questo virus. Vivere in modo inconsapevole non ti servirà a niente se non a farti ancora più male quando prenderai coscienza della realtà.

Dunque, partendo da questo presupposto, avendo ben in mente qual è il problema è possibile andare ad agire sulle soluzioni provando a fare qualcosa di straordinario: trasformare una criticità in un’incredibile opportunità.

Da criticità a opportunità: come fare?

da critictà a opportunità
Trasformare una criticità in una vera e propria opportunità di crescita è possibile (Fathromi Ramdlon da Pixabay)

Immagina di essere a un bivio, puoi percorrere due strade: quella verso l’autodistruzione e quella verso la rinascita. Quale prenderai? O meglio, quale vorrai percorrere?

Se stai leggendo queste poche righe è chiaro che la tua intenzione è quella di uscire più forte di prima da queste tenebre. Innanzitutto è fondamentale che tu cambi il tuo atteggiamento mentale.

Non puoi costantemente pensare in modo negativo. Questo ti farà sprofondare ancora di più in uno stato d’ansia e preoccupazione e in questo momento non puoi permetterlo se hai degli obiettivi da raggiungere, delle sfide da affrontare.

Dunque, questo è il momento di metterti in modalità pro-attiva che è quella che ti permette di interagire consapevolmente con quello che ti accade. Nella modalità pro-attiva la tua sfera di influenza è molto ampia: tu puoi scegliere le parole da usare, puoi addirittura scegliere di modificare il nostro pensiero per influenzare le emozioni che provi.

Di fronte alle criticità puoi scegliere di stare bene, osservandole da lontano ed interrogandoti su di esse. Paradossalmente le criticità hanno il potere di avvolgerti e di tenerci dentro una zona di comfort. Le domande ti permettono, invece, di conoscere più a fondo la criticità, di muovere energia verso una direzione diversa ed avere, quindi, occhi diversi rispetto alla situazione.

Trasformare una criticità in un’opportunità non è una cosa semplice. Intanto però devi iniziare a usare l’intelligenza linguistica. Cosa vuol dire? E’ veramente molto semplice.

L’intelligenza linguistica si concentra e si focalizza su come utilizzare le parole in modo efficace in relazione all’interlocutore che abbiamo di fronte, funzionale all’obiettivo e coerente con il contesto nel quale operiamo.

Conoscere le strutture linguistiche che favoriscono la persuasione e agevolano la comunicazione con te stesso può servire in moltissime situazioni personali e anche professionali.

Stai molto attento a come comunichi con te stesso. Se dici a te stesso che non ce la puoi fare, che non sei capace di affrontare una situazione sarai influenzato negativamente da questi pensieri.

Al contrario, se parli a te stesso in modo positivo e pro-attivo i problemi si affronteranno con uno spirito diverso e l’ansia diventerà non più un fardello che ti porti sulle spalle ma un nemico da sconfiggere, costi quel che costi.

Mens sana in corpore sano

dieta mediterranea
Seguire una dieta ricca di fibre è fondamentale per combattere l’ansia (silviarita da Pixabay)

Per iniziare a stare bene con la propria mente e sfuggire all’ansia, allo stesso o anche alla depressione è fondamentale seguire un regime alimentare adeguato.

Inizia svuotando la dispensa di cibi precotti, cibi in scatola, patatine, caramelle, merendine e dolciumi. Consolarsi con un po’ di cosiddetto “junk food” è la cosa più sbagliata che tu possa fare.

All’inizio, è vero, può darti piacere mangiare dei gustosissimi snack ma così facendo entrerai in un circolo vizioso che ti porterà non solo a non sconfiggere l’ansia ma anche a ingrassare con conseguenze negative sulla tua salute.

Seguire una dieta mediterranea però è un’ottima idea se vuoi cambiare completamente le tue abitudini alimentari e avere anche delle ripercussioni sul tuo umore. I benefici sono assicurati. Non preoccuparti se all’inizio avrai difficoltà, pensa sempre e solo all’obiettivo.

Vogliamo che tu fissi un concetto fondamentale: il successo della dieta mediterranea è dovuto non solo ai suoi effetti benefici sulla salute ma anche sulla psiche. Questo modello alimentare, caratterizzato da un importante consumo di frutta e verdura fresche, cereali e legumi e da un ridotto apporto di grassi animali, zuccheri semplici e alcol è collegato alla riduzione del rischio cardiovascolare, alla prevenzione delle principali malattie croniche e psichiche.

Fai sport anche a casa

sport
Fare attività fisica ti aiuterà a combattere ansia, depressione e malumore (Irina L da Pixabay)

Un altro modo per tenere la mente impegnata e focalizzarsi unicamente sui propri obiettivi è quello di prendersi cura del proprio corpo attraverso lo sport.

Quante volte ti avranno detto che fare attività fisica è importantissimo e “bla bla bla”? Bene, da oggi hai un motivo in più per non abbandonarti alla pigrizia e sprofondare tra le pieghe del tuo sofà.

Lo sapevi che chi fa attività sportiva è meno soggetto ai disturbi della psiche? Ebbene sì, è scientificamente dimostrato che lo sport aiuta a combattere e prevenire ansia, stress e depressione.

E chi ha detto che bisogna per forza andare in palestra per mantenersi in forma? Ci si può benissimo allenare a casa. Anzi, fare allenamento a casa ha molti vantaggi. Non solo risparmierai il tempo del tragitto verso la palestra, eviterai anche di dovertene sobbarcare la costosa iscrizione.

Come prima cosa fai un planning dei tuoi allenamenti e rispettalo rigorosamente. Per trovare gli esercizi che fanno per te basta andare su YouTube e trovare il trainer che più ti piace. Metti un po’ di musica e il gioco è fatto.

Questi piccoli allenamenti sono funzionali non solo alla tua forma fisica ma soprattutto al tuo umore e al tuo benessere psicologico. Impegnarsi in qualcosa e portare a termine un compito, anche se banale, è fondamentale per combattere l’ansia.

Leggi e guarda film stimolanti

leggere
Leggere e guardare film interessanti ti aiuteranno a tenere lontani pensieri negativi e sfuggire all’ansia (Thought Catalog da Pixabay)

Prima ti abbiamo detto che per combattere l’ansia è importante mettersi in modalità pro-attiva e cercare di trasformare le criticità in opportunità.

Bene, questa è la condizione ideale perché in questo momenti ti trovi a casa, sei impossibilitato a fare tutte quelle attività che svolgevi nella tua “vecchia vita” e che adesso non puoi più svolgere.

Questo significa che hai più tempo da dedicare a te stesso e alla tua crescita personale. Prova a sfuggire dalla morsa dell’ansia che ti attanaglia e ti fa soffrire tenendo la tua mente occupata.

C’è chi dice che leggere è il miglior modo di viaggiare rimanendo comodamente seduti sul proprio divano è leggere. Ed è proprio così, leggere è importantissimo perché non solo ti tiene lontano da pensieri negativi e depressivi ma ti stimola la curiosità e anche la creatività.

Non solo i libri, i giornali e le riviste sono cibo per la mente e l’anima ma anche i film, i documentari, i programmi televisivi interessanti che ti aiutano a sfuggire a idee malsane e pensieri negativi.

Segui i tuoi interessi anche dal tuo pc

webinar
Mantieni vivi i tuoi interessi seguendo webinar o facendo network con appassionati come te (mohamed Hassan da Pixabay)

Un modo molto efficace di combattere l’ansia, la depressione e più in generale i pensieri negativi è quello di mantenersi sempre vivi continuando a seguire i propri interessi.

Se è vero che stare a casa nell’impossibilità di svolgere le attività che normalmente svolgevi può essere deprimente e può farti sprofondare nell’ansia è altrettanto vero che grazie all’aiuto delle nuove tecnologie puoi continuare a mantenere vivi i tuoi interessi extralavorativi.

Per esempio, se sei un appassionato di fotografia puoi iscriverti a un corso online o a uno di quei webinar che ormai, con l’aiuto di internet, puoi seguire da casa. Non solo, attraverso i social network puoi partecipare alle community popolate da appassionati come te.

Insomma, volere è potere. Si tratta semplicemente di non farsi attrarre verso il basso da quella forza negativa che come una calamita ti spinge verso abitudini e pensieri malsani.

Non credere a chi vende felicità

venditore
Non credere a chi prova a venderti la felicità e il successo (Free-Photos da Pixabay)

Quando si è particolarmente fragili e in preda a cattivi pensieri è veramente molto facile cadere nella trappola di chi prova a vendere felicità. Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di corsi di leadership, che ti insegnerebbero ad affrontare criticità e situazioni difficili in un baleno.

Ecco, non credere a nulla di quello che ti dicono specialmente se per darti dei consigli su come diventare “forte, leader, una persona di successo” vogliono farsi pagare profumatamente. Non esiste nessuno che possiede la ricetta della felicità o del successo.

Non farti accalappiare da chi per mestiere vive sul malessere altrui. Nessuno, all’infuori di te stesso, può aiutarti a uscire da una condizione dolorosa. Solo grazie alla tua buona volontà e alla tua fiducia nei tuoi mezzi e nelle tue capacità potrai superare l’ansia e buttarti alle spalle un periodo no della tua vita.

Dunque, evita i corsi di leadership et similia tenuti da sedicenti maestri di vita. Il tuo malessere è un’affare molto personale e la tua sensibilità non deve essere “maneggiata” da persone che non hanno alcun titolo per prendersene cura.

Le uniche persone che possono “prendersi cura della tua mente” sono dei professionisti e si chiamano psicologi, psicoterapeuti o psichiatri. Il resto sono solo venditori di fumo.

Se non ce la fai da solo chiedi aiuto a un professionista

psicoterapia
Se senti un malessere che non sei proprio capace di affrontare da solo rivolgiti a un professionista come uno psicologo, psicoterapeuta o psichiatra (Gerd Altmann da Pixabay)

Spesso purtroppo l’ansia, la depressione e il malessere psichico in generale sono dei mostri oscuri molto difficili da combattere con le proprie forze.

Ci sono dei casi di persone molto fragili e impreparate ad affrontare un malessere che si insinua nella mente e ci inibisce di portare avanti la nostra vita.

Se questo è il tuo caso innanzitutto stai tranquillo, non è nulla di irreparabile. Devi sapere, però, che se non riesci a uscire da questa palude da solo esistono dei professionisti in grado di prendersi cura di te che hanno gli strumenti giusti per poter curare il tuo malessere.

Andare da uno psicologo, psicoterapeuta o psichiatra non è qualcosa di cui doversi vergognare, di cui doversi nascondere.

psicoterapia
Affrontare un percorso di terapia con un medico può essere d’aiuto se non si riesce a combattere da soli il proprio malessere (Sozavisimost da Pixabay)

Purtroppo, la nostra società in alcuni casi non è preparata ad affrontare questo tipo di discorsi. Se anche per te questo è un problema puoi chiedere aiuto a un medico che sarà tenuto rigorosamente al segreto professionale.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.