Regno Unito, ragazza di 16 anni trovata morta nel bosco: arriva la svolta

Il marito della cugina a processo per la morte di Louise Smith, 16 anni, trovata morta nel bosco dopo essere scomparsa

violenza
Violenza sulle donne (Nino Carè da Pixabay)

Louise Smith è stata ritrovata morta a Havant, Hants, il 22 maggio dopo che era scomparsa. Mays, di 30 anni e marito della cugina, oggi ha confermato di essere colpevole dell’omicidio e andrà a processo. Inizialmente sia lui che la moglie, quindi la cugina della vittima, era sospettati. Poi, la ragazza è stata subito rilasciata mentre sul  30enne marito sono continuate le indagini fino alla svolta. Da domani andrà sotto processo con l’accusa di omicidio. Pare che Louise sia rimasta in casa con Mays e sua moglie Cjay – la cugina della studentessa vittima – dopo che sua madre era uscita. Louise venne cercata a lungo, finchè arrivò l’amara sorpresa. il suo corpo fu trovato a poca distanza dalla casa, purtroppo senza vita. Il suo corpo è stato scoperto in un bosco due settimane dopo a circa un miglio dalla casa di Mays.

Leggi anche > Maestra licenziata per materiale hard

Ragazza uccisa, svolta nelle indagini

Violenza domestica (Getty Images)
Violenza domestica (Getty Images)

La madre di Louise, Rebecca Cooper, aveva precedentemente reso omaggio a sua figlia pubblicando una loro fotografia insieme alla didascalia: “Sono così orgogliosa della mia ragazza Louise”. Palloncini viola sono stati lasciati anche all’ingresso dei boschi e la Spinnaker Tower di Portsmouth si è illuminata del suo colore preferito. Un amico di famiglia ha descritto Louise come “affascinante” e “sempre amichevole”. Jackie Meredith ha detto: “Era una ragazza davvero adorabile e anche la sua famiglia era adorabile. Era una ragazza frizzante e divertente. Potevi parlare  con lei facilmente, era una ragazza affascinante ed era sempre amichevole con le persone.”

Leggi anche > Pomezia, muore mentre pedala

Polizia Regno Unito
Polizia Regno Unito (Getty Images)

Le indagini sono durate finchè l’uomo, che aveva sempre negato, ha poi ammesso di essere il colpevole e ora dovrà rispondere davanti alla giustizia del male procurato alla ragazza, ai familiari e alle tante persone che hanno conosciuto Louise. L’uomo avrebbe ucciso prima la ragazza per poi portare il corpo nel bosco, stando a quanto dichiarato dagli investigatori, ma ora la parola spetta al colpevole.

 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.