La ministra Azzolina: il digitale a scuola è la sfida del futuro

Ecco le parole della ministra dell’Istruzione sulle nuove metodologie DaD durante il Question Time alla Camera.

Scuola – Fonte Gettyimages

LEGGI ANCHE >>> Alunne bendate durante l’interrogazione a distanza: “Così non sbirciate”

La situazione emergenziale è ancora estremamente critica. Il sistema scolastico, rinnovato e adattato alla situazione Covid-19, deve necessariamente ripartire dalla rete. La sospensione delle lezioni frontali e l’avvio dell’innovazione integrativa ha offerto un’alternativa digitale alla didattica in presenza. La scuola online si è dimostrata una valida opportunità per valorizzare le competenze maturate durante il lockdown nazionale. Difatti, l’approccio innovativo della DaD ha favorito la continuità dell’apprendimento del discente mantenendo saldo il contatto interattivo, ora virtuale, tra l’insegnante e gli studenti. Il catalogo delle scelte formative sul web è ampio. A seguire il video e le parole della ministra sulle nuove metodologie.

GLI INVESTIMENTI A FAVORE DELLA DAD

Scuola – Fonte Gettyimages

LEGGI ANCHE >>> Napoli, l’inventiva non manca mai: un maestro fa didattica dai balconi

L’esponente del Movimento 5 Stelle ha risposto ai quesiti dei parlamentari durante il Question Time delle ore 15.00. La donna afferma che la DaD è di certo “una sfida nei confronti del futuro” e la modernizzazione del personale è stata necessaria per garantire il diritto allo studio. Il governo ha stanziato in merito appositi provvedimenti per la formazione online di più dei due terzi del totale degli insegnanti. I percorsi formativi continueranno per tutto il prossimo anno scolastico 2021. L’aggiornamento è continuato anche durante l’intero periodo estivo, in particolare grazie al programma online “Formare il Futuro”. Gli investimenti DaD, invece, “ammontano a 413,9 milioni con cui sono stati finanziati 34.183 progetti autorizzati”.

LEGGI ANCHE >>> Il ministro Azzolina: maturità a distanza e commissione interna

A fine anno sarà pronta una nuova piattaforma dedicata esclusivamente alle lezioni. La ministra dell’Istruzione ricorda infine il supporto costante delle équipe formative territoriali alle differenti iniziative digitali.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.