Raffaella Carrà, “Stavolta la carrambata me l’hanno fatta loro”

Per il Guardian Raffaella Carrà è la pop star italiana che ha insegnato all’Europa la gioia del sesso. Lei ringrazia incredula per il riconoscimento

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Raffaella Carrà ✨ (@_raffaella_carra)

Il suo caschetto biondo la contraddistingue ormai da una vita e la sua parlantina veloce ne ha confermato negli anni l’estrema professionalità e versatilità a seconda dei diversi contesti lavorativi in cui è stata coinvolta. Ora Raffa Carrà, all’anagrafe Raffaella Maria Roberta Pelloni, 77 anni e nativa di Bologna, è stata incoronata dal The Guardian come “l’icona culturale che ha insegnato all’Europa le gioie del sesso”.

LEGGI ANCHE -> Ballando con le Stelle, sabato prossima la finale: un ritorno che può cambiare il destino

Il giornale inglese The Guardian ieri ha dedicato un lunghissimo articolo al fenomeno pop italiano che in questi anni si sta diffondendo anche in Spagna dove Raffaella Carrà si è trasferita per lavoro. Ha sfruttato per l’occasione l’uscita del film musicale “Explota Explota – My Heart Goes Boom!” del regista uruguaiano Nacho Álvarez, una commedia in cui la musica è la vera protagonista e fa da fil rouge alla vita degli attori, e in cui la stessa Carrà ha un ruolo incisivo.

Non mi aspettavo un tale riconoscimento dal Guardian, mi ha davvero colpita!” – confessa Raffaella. “E sono naturalmente onorata dal fatto che Nacho Álvarez abbia scelto proprio le mie canzoni. Non nascondo che quando ho visto il film e le ho sentite cantate da altri artisti mi ha fatto un certo effetto. Auguro loro il successo che meritano”.

Fenomeno Carrà, icona pop musicale e paladina del sesso libero

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Raffaella Carrà ✨ (@_raffaella_carra)

Se la Svezia aveva gli Abba, l’Italia aveva la Carrà che vendeva milioni di dischi in Europa”, ha scritto Angelica Frey nel pezzo pubblicato dal The Gardian.

Come detto nel pezzo di fa riferimento al fenomeno Carrà in quanto è vista all’estero come simbolo di emancipazione ante litteram in un momento storico, gli anni Sessanta e Settanta, in cui l’oscurantismo imposto dalla Chiesa cattolica era ancora impregnante nella vita della società. Lo stesso titolo del pezzo “Raffaella Carrà, la pop star italiana che ha insegnato all’Europa le gioie del sesso”, descrive bene come è vista fuori dai confini nazionali.

LEGGI ANCHE -> Ballando con le Stelle, il commento shock poi cancellato dai social

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Raffaella Carrà ✨ (@_raffaella_carra)

Viene citato il balletto ammiccante del “Tuca Tuca”, la canzone “A far l’Amore comincia tu”, una scossa in televisione e alla radio che ha fatto sì che lei fosse assunta come “un’icona culturale che ha rivoluzionato l’entertainment italiano e ha dato alle donne la possibilità di prendere l’iniziativa in camera da letto”. Raffaella ovviamente ha espresso il suo stupore in una nota ufficiale: “Stavolta la carrambata l’hanno fatta a me! Sono sorpresa, non mi aspettavo un tale riconoscimento”.

 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter