Arrestato per furto rischia di restare in prigione per una legge ormai abolita

Un giovane di 17 anni è stato arrestato per tentato furto ma dopo più della metà della sua vita è ancora in prigione per una legge ormai abolita

Carcere (GettyImages)
Carcere Danny Weatherson (GettyImages)

Danny Weatherson, di Scotswood, Newcastle, ha trascorso quasi metà della sua vita in prigione e potrebbe non essere mai rilasciato a causa di un tentativo di rapina fallito quando era un adolescente.

LEGGI ANCHE -> WhatsApp aiuta i malati Covid: creata una chat per salvargli la vita

Il trentaduenne è tra le migliaia di persone coinvolte nelle controverse sentenze Prison for Public Protection (IPP), il carcere di pubblica protezione, che sono entrate in vigore per l’Inghilterra e il Galles nel 2005 ma sono state cancellate nel 2012. Il problema è che al momento dell’abolizione della legge, chi era già stato colpito della sentenza è rimasto in prigione per un tempo indeterminato, Danny come oltre 4000 altre persone in Inghilterra.

Originariamente, un giudice ha imposto a Danny, che è bipolare e aveva solo 17 anni all’epoca dei fatti, di scontare poco più di 15 mesi in prigione per due tentati furti di un telefono cellulare prima di poter richiedere la libertà vigilata. Il ragazzo però è ancora dietro le sbarre dopo 15 anni.

Le parole del padre di Danny, “Una barbarie”

Danny Weatherson in prigione da 15 anni
Danny Weatherson con il padre Maurice (foto credit chroniclelive.co.uk)

A luglio il Chroniclelive ha riferito che una commissione per la libertà vigilata aveva rifiutato il rilascio di Danny, un mese dopo che il governatore della HMP Northumberland ha detto che non poteva avere un rilascio temporaneo compassionevole durante la crisi di Covid-19. Da quando il coronavirus ha preso piede nel Regno Unito e le prigioni in tutto il paese sono state messe in isolamento, Danny ha trascorso 23 ore e mezza al giorno nella sua cella.

LEGGI ANCHE -> Primark apre a Roma al centro commerciale Maximo

Il padre del ragazzo ha riferito alla stampa: “È come se fosse steso in una bara. Quando verrà mai rilasciato?” Danny era già stato precedentemente rilasciato a luglio 2017 ma poco dopo richiamato in carcere.

Maurice, padre di Danny Weatherson
Maurice (foto credit chroniclelive.co.uk)

Cosa stanno cercando di ottenere? – dice ancora il padre Maurice. “Vedi tuo figlio soffrire davanti a te e non puoi farci niente. È una tortura. È una barbarie”. L’uomo ha cercato sempre di aiutare il figlio con campagne di sensibilizzazione ad uscire di prigione e ora come ultima opzione ha contattato un avvocato impegnato per i diritti umani per cercare di riportarlo a casa.

 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter