Roberto Baggio “cacciatore ignorante”: il campione vince anche in tribunale

Roberto Baggio vince in primo grado una causa civile contro il leader di un’associazione animalista Paolo Mocavero

Roberto Baggio causa tribunale
Roberto Baggio (GettyImages)

Roberto Baggio continua a vincere anche lontano dai campi di calcio. Il divin codino ha infatti incassato una vittoria contro Paolo Mocavero, leader dell’associazione “100% animalisti”. Il campione di calcio aveva denunciato l’ex dj animalista dopo essere stato definito un cacciatore ignorante. Baggio aveva in qualche modo scatenato l’ira di Mocavero dopo la sua partecipazione ad una fiera di cacciatori che si era tenuta nel 2016 a Vicenza. In quell’occasione il capo animalista aveva scritto sul sito della propria amministrazione che Roberto Baggio era effettivamente un ignorante in quanto “la fede buddista non permette di compiere i viaggi della morte“. Con tale espressione Mocavero si riferiva ai diversi viaggi all’estero che l’ex campione del Brescia avrebbe compiuto spinto dalla sua passione per la caccia. Il tribunale civile di Padova, a seguito del procedimento nato dall’esposto del dirigente sportivo ha condannato il leader di “100% animalisti” a 8 mesi di reclusione e a pagare un risarcimento di 5 mila euro, oltre alle spesse legali.

LEGGI ANCHE -> Un nuovo algoritmo per prevedere se si ha il rischio di sviluppare una forma grave di Covid-19

Roberto Baggio e il suo unico punto fermo

Roberto Baggio causa tribunale
Roberto Baggio (GettyImages)

Il mondo ha conosciuto e amato Roberto Baggio per le sue grandissime prestazioni in campo, restando ammirato dalla capacità del campione di affrontare gravi infortuni dai quali ha recuperato in tempi record tornando ad altissimi livelli. La vera forza di Baggio però sembra arrivare dalla sua personale colonna che lo ha retto negli ultimi 30 anni. Il punto fermo del numero 10 della Nazionale si chiama Andreina Fabbi, la donna che gli sta accanto da tre decadi e con cui ha cresciuto 3 figli: Valentina, Mattia e Leonardo. Baggio in un’intervista a Vanity Fair ha confessato che quando nel 2004 ha deciso di abbandonare il pallone ha cercato di dedicarsi di più alla famiglia per condividere finalmente il peso delle responsabilità finora sostenuto solo dalla moglie.

LEGGI ANCHE -> Covid, le dichiarazioni di Conte sul Natale: Non ce lo possiamo permettere

Roberto Baggio causa tribunale
Roberto Baggio (GettyImages)

Un sacrificio che spesso ricade sulle spalle delle compagne dei calciatori spesso lontani da casa per rincorrere il pallone alla caccia del gol.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter