Bollettino del 25 novembre: i numeri dell’epidemia in Italia

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, mercoledì 25 novembre, ha comunicato i numeri dell’epidemia da coronavirus in Italia tramite bollettino.

Bollettino coronavirus mappa regione
(Ministero della Salute)

Il Ministero della Salute ha diffuso il bollettino che inquadra lo stato dell’epidemia da Covid-19 in Italia. Stando a quest’ultimo, i casi di contagio sono saliti a 1.480.874 con un incremento di 25.853 unità rispetto a ieri. Tornano in calo gli attualmente positivi che ad oggi ammontano a 791.697 (-6.689). Salgono, invece, i ricoveri in terapia intensiva, ad oggi 3.848 (+32). I guariti dall’inizio dell’emergenza giungono a 637.149 con un incremento di 31.819 unità. Si aggrava ancora il bilancio delle vittime con 722 decessi registrati nelle ultime 24 ore portano il bilancio complessivo a 52.028.

La Regione Emilia-Romagna, si legge nelle note, ha segnalato l’eliminazione di 1 caso, in quanto giudicato non caso Covid-19.

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di martedì 24 novembre

Coronavirus bollettino italia novembre
(Getty Images)

Il Ministero della Salute, nella giornata di ieri, ha comunicato che i casi di contagio dall’inizio dell’emergenza erano saliti a 1.455.022. In crescita anche gli attualmente positivi che ammontavano a 798.386. Salivano, invece, leggermente i pazienti ricoverati in terapia intensiva, ieri 3.816 (+6). I guariti giungevano a 605.330. Il bilancio totale dei decessi saliva a 51.306.

La Regione Abruzzo, si leggeva nelle note, sottraeva 2 casi del giorno 23/11 in quanto non pazienti Covid. Per la stessa ragione, l’Emilia Romagna sottraeva 3 casi dal totale. La Basilicata comunicava che il numero dei decessi (16) era riferito a più giornate dal 19 al 24 novembre. Infine, il Friuli Venezia Giulia segnalava che i nuovi casi di ieri includevano 117 casi positivi registrati dai laboratori privati dal 21 ottobre al 21 novembre.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 24 novembre: oltre 20mila nuovi guariti in Italia

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di lunedì 23 novembre

Il Ministero della Salute, nella giornata di lunedì, ha pubblicato l’aggiornamento relativo all’epidemia da coronavirus in Italia. Stando a quest’ultimo, i casi di contagio erano saliti a 1.431.795. In calo, per la prima volta dopo diverse settimane, gli attualmente positivi che ammontavano a 796.849. Salivano i pazienti ricoverati in terapia intensiva 3.810.Il numero delle persone guarite era giunto a 584.493. Purtroppo saliva il bilancio totale dei decessi dall’inizio dell’emergenza giunto a 50.453.

La Regione Emilia Romagna, si leggeva nelle note, comunicava l’eliminazione di 3 casi, in quanto giudicati non casi Covid-19. Il Friuli Venezia Giulia  segnalava che i nuovi casi di lunedì comprendevano 70 positività rilevate da laboratori privati nel periodo 9-21 novembre

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 23 novembre: 630 nuovi decessi nelle ultime 24 ore

Dpcm Natale, in arrivo le nuove regole del Governo per le festività

L’attuale Dpcm emanato dal Governo, che ha diviso il Paese in tre fasce di rischio (gialla, arancione e rossa) per rallentare la seconda ondata dell’epidemia da Covid-19, scadrà il prossimo 3 dicembre. La squadra di Governo sta, dunque, vagliando le prossime misure che entreranno in vigore il 4 dicembre e potrebbero essere valide anche durante le festività natalizie che si avvicinano. In tal senso è prevista una riunione tra il premier Conte ed i capi delegazione che discuteranno sulle strategie da adottare. In primis nel mirino ci saranno gli spostamenti che, contrariamente a quanto accaduto la scorsa estate, potrebbero rimanere limitati allo stretto necessario. A spiegarlo è stato il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenuto a DiMartedì, programma in onda su La 7.

Il titolare del dicastero ha affermato che verranno valutati sino all’ultimo i dati, considerato che mancano diversi giorni alla scadenza del Dpcm in vigore, ma non bisogna scambiare i primi segnali positivi di questi giorni per “uno scampato pericolo”.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Dpcm Natale, in arrivo le nuove regole del Governo per le festività

Bill Gates e la prossima pandemia: “Vi dico quando sarà”

Bill Gates, patron di Microsoft, non è soltanto un imprenditore di successo ma anche un filantropo, tratto riconosciutogli dall’intero pianeta. Con la sua fondazione, infatti, numerosi sono gli aiuti concessi. Anche nel corso di questa pandemia la sua è una figura definita chiave, non soltanto per il supporto alla ricerca, ma anche grazie alla sua lungimiranza ed alla sua innata capacità di saper individuare criticità.

Tra queste di certo rientra una sua stima sul prossimo futuro e quello che potrebbe essere il rischio di una nuova pandemia. Attraverso un podcast, Bill Gates ha chiarito che a suo avviso la pandemia Covis non sarà l’ultima che la Terra dovrà fronteggiare. Tra 20 anni l’uomo si troverà a dover combattere di nuovo contro un nemico invisibile di cui non conoscerà assolutamente nulla. Di certo, però, non sarà distruttiva come quella attuale perché il mondo sarà in grado di fronteggiare, forte dell’esperienza con il Sars-Cov2 una situazione similare. I test saranno più rapidi e non verranno commessi gli stessi errori.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bill Gates e la prossima pandemia: “Vi dico quando sarà”


Bill Gates, nel 2015, aveva già parlato di una pandemia, circostanza verificatasi 5 anni dopo. Il noto imprenditore in quell’occasione avvertì che negli anni a seguire la popolazione mondiale avrebbe subito un duro colpo non a causa di guerre bensì di un virus.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.