Bonus Spesa con il decreto Ristori ter. Come riuscire ad ottenerlo

Bonus Spesa per le famiglie in difficoltà con il decreto Ristori ter. Qual è la cifra stabilita e come fare ad ottenerla. Tutte le informazioni

Catalfo cassa
Soldi (Getty Images)

In arrivo nuove sovvenzioni in denaro per le attività commerciali duramente vessate dalla pandemia da Coronavirus. Il Governo italiano ha approvato il Decreto Ristori Ter, pubblicato da poche ore nella Gazzetta Ufficiale, che prevede inoltre la predisposizione di un fondo da destinare ai comuni pari a 400 milioni di euro. Questa cifra sarà destinata alle famiglie maggiormente in difficoltà attraverso l’erogazione di buoni spesa e generi di prima necessità. La misura non è una novità; è simile a quella avvenuta durante la prima fase della crisi epidemiologica.

Le modalità per avere diritto al bonus spesa saranno a discrezione degli enti territoriali a cui spetta anche il compito d’ individuare gli aventi diritto.

Leggi anche >>> IN ARRIVO L’EXTRA CASHBACK DI NATALE, ECCO COME FUNZIONA

Bonus Spesa. I requisiti per ottenerlo

Soldi
Soldi (foto da Pixabay)

L’importo erogato può variare da un minimo di 300 euro a un massimo di 500 euro, a seconda dei componenti che fanno parte del nucleo familiare. Ritorna anche la consegna della spesa a domicilio per le persone più bisognose.

Le regole cambieranno, dunque, da comune a comune. In linea di massima, però, verranno richiesti: situazione ISEE familiare, la residenza, numero dei componenti del nucleo familiare. Avrà un peso sulla decisione di diritto alla sovvenzione anche la situazione immobiliare (casa con mutuo e/o affitto), la disponibilità di denaro su conto corrente e la presenza di depositi postali. I richiedenti devono presentare un’aucertificazione presso il proprio Comune.

LEGGI ANCHE -> Bonus, pensioni e rimborsi: a chi spetteranno tutti i sostegni economici

Bonus natalizio
Bonus natalizio (Pixabay)

Il buono è spendibile solo per acquistare generi alimentari e farmaci. I fondi verranno erogati generalmente secondo queste modalità (a discrezione dei Comuni):

1) da uno o due persone per nucleo familiare: 300 euro;

2) da tre o quattro persone per nucleo familiare: 400 euro;

3) da 5 persone in su per nucleo familiare: 500 euro.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.