Covid, l’Ue approva un contratto con Moderna per il vaccino. Cautela sulle riaperture

Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, ha annunciato un nuovo contratto con Moderna per la distribuzione del vaccino. Nel frattempo, si raccomanda cautela sulle riaperture

L’Ue firmerà proprio domani un nuovo contratto con Moderna per la questione vaccini. Lo ha annunciato poco fa Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea. L’obbiettivo è quello di coprire uniformemente tutta la zona dell’Europa-Africa, attraverso 160 milioni di dosi. Solo una distribuzione di tale portata, come asserito dalla presidente, “può aiutarci a porre fine alla pandemia“.
In Italia, nel frattempo, si attende la decisione del ministro Speranza, che il 2 dicembre presenterà al Parlamento il suo piano in materia di vaccini.

LEGGI ANCHE> Cani anti covid: presto in Italia per fiutare il coronavirus

Covid, l’Ue firmerà per il vaccino. Ma occorre cautela nelle riaperture

Ursula von der Leyen
Ursula von der Leyen (Getty Images)

Una riapertura troppo celere diventa un rischio per una terza ondata dopo Natale“: con queste parole, Ursula von der Leyen ha chiarito la necessità di mantenere cautela nelle riaperture. Nonostante molti siano i settori in difficoltà in questo periodo, secondo la presidente è bene valutare attentamente l’eliminazione delle restrizioni.

Proprio domani, secondo quanto da lei annunciato, ci sarà la firma del contratto con Moderna, il sesto contratto fino a questo momento. Quest’ultimo garantirebbe circa 160 milioni di dosi. L’Europa, nella sperimentazione del vaccino anti-Covid, ha investito ben 800 milioni di euro. “Vogliamo garantire che tutti abbiano accesso ai vaccini, ovunque nel mondo” – ha dichiarato la von der Leyen.

Quanto all’Italia, i cittadini attendono con ansia il piano che il ministro Speranza sottoporrà al Parlamento il 2 dicembre, in materia di vaccini. Il governo, a breve, dovrebbe esprimersi in merito alle norme che si dovranno rispettare durante il periodo natalizio, per quel che concerne cene e festeggiamenti con i parenti.

LEGGI ANCHE> Covid19, Massimo Galli: Dubito ci sarà un vaccino a fine gennaio

Vaccini Covid
Vaccini Covid (Getty Images)

La stessa presidente della Commissione europea ha ribadito di usare cautela nell’allentamento delle restrizioni. Qualsiasi passo falso, in questo momento, potrebbe rapidamente condurci ad una terza ondata.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter