Kaavan libero: l’elefante maltrattato è stato trasferito in Cambogia

Dopo anni di abusi e maltrattamenti nello zoo del Pakistan, l’elefante “più solo al mondo” è stato trasportato in una riserva della Cambogia. 

L’elefante Kaavan – Fonte Gettyimages

LEGGI ANCHE >>> La morte nera: uno stormo di uccelli forma lo straordinario cerchio nero

Dopo un lungo periodo di abusi in uno zoo situato a Islamabad, nella capitale del Pakistan, questa domenica, 29 novembre, l’elefante Kaavan è stato trasportato in una riserva naturale in Cambogia. La decisione relativa al trasferimento del pachiderma è avvenuta grazie a una campagna guidata da Cher. La celebre cantante americana La settimana scorsa è giunta a Islamabad esclusivamente per incontrare e soccorrere l’elefante di 36 anni. L’animale era costantemente vittima di maltrattamenti nello zoo in cui si trovava in cattività.

IL PERIODO DI CATTIVITÀ NELLO ZOO DEL PAKISTAN

L’elefante Kaavan – Fonte Gettyimages

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Morso e stritolato da un serpente: morto pensionato di 78 anni

Le violenze subite dal maestono elefante indiano, ormai obeso, psicotico e pieno di cicatrici a causa delle catene alle zampe, hanno innescato una lunga serie di lotte da parte di attivisti e difensori dei diritti degli animali, supportati dalla stessa Cher, la quale ha ringraziato l’associazione benefica Free The Wild. Da oggi in poi Kaavan non passerà più il tempo con la testa contro il muro, ma potrà socializzare con altri 80 pachidermi in una nuova casa: il parco naturale della Cambogia.

L’ELEFANTE KAAVAN FINALMENTE LIBERO

L’elefante Kaavan – Fonte Gettyimages

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Morso e stritolato da un serpente: morto pensionato di 78 anni

La campagna è nata dallo stato deplorevole in cui si trovava il pachiderma, nonché dall’ambiente, lo zoo pakistano, che lo ospitava. Le condizioni misere del luogo hanno indotto la procura a ordinare il trasferimento obbligatorio di tutti gli animali. La cantante ha subito sfruttato la sua fama per accelerare i tempi dei trasporti. Martin Bauer, il portavoce di Four Paws, l’organizzazione mondiale per il benessere e la protezione animale, ha ringraziato Cher e gli attivisti del Pakistan per aver contribuito alla liberazione dell’intero zoo. L’uomo sostiene che l’artista gode di un enorme seguito e tutti le sono riconoscenti per l’impegno dimostrato sin dal 2016 per liberare Kaavan. Gli esperti hanno trascorso molte ore insieme all’elefante, al quale sono stati iniettati leggeri sedativi in modo da rendere più agevoli i trasferimenti. Il pachiderma è stato poi trasferito in una cella di metallo, costruita su misura per lui.

L’elefante Kaavan – Fonte Gettyimages

LEGGI ANCHE >>> Macabra scoperta: giumenta ritrovata morta e mutilata

Infine, l’animale è stato issato su un camion che lo ha indirizzato verso l’aeroporto di Islamabad, luogo in cui Kaavan volerà a bordo di un jet diretto a Siem Reap, a nord-ovest della Cambogia. 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Fonte Ouestfrance, Theguardian