Nuovo DPCM, per alcune regioni possibili cambi di colore a breve

Per alcune regioni possibili cambi di colore. Le restrizioni delle ultime settimane sembrano aver migliorato la situazione.

Covid vaccini
Covid vaccini (Getty Images)

Un’Italia divisa in zone colorate per affrontare la seconda ondata di Covid. A breve potrebbero esserci per alcune regioni possibili cambi di colore. Secondo i dati quotidiani del Ministero della Salute e quelli settimanali dell’ISS, le restrizioni attuate a seguito dell’ultimo dpcm sembrano aver migliorato la situazione in diverse regioni. Nelle prossime ore alcune delle zone rosse potrebbero passare all’arancione con un conseguente attenuamento delle restrizioni.

Il Piemonte potrebbe essere tra queste grazie al miglioramento dei dati nel corso delle ultime due settimane. Anche per la Lombardia si spera nella stessa sorte con il possibile passaggio a zona rossa tra il fine settimana e lunedì.

Curva in discesa anche per Toscana, Valle d’Aosta, Bolzano e Calabria. Miglioramento anche in Emilia Romagna che potrebbe passare da zona arancione a gialla.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Il vaccino previene il Covid ma non impedisce il contagio? La risposta di Burioni

Da Zona Rossa ad Arancione, cosa cambia

Covid, seconda ondata
Covid, seconda ondata (Getty Images)

Il passaggio da zona rossa ad arancione comporterebbe la possibilità di muoversi liberamente nel proprio comune dalle 5 alle 22.

Nelle zone rosse infatti gli spostamenti da casa sono possibili solo per motivi di salute, lavoro, necessità, urgenza  o per una passeggiata vicino alla propria abitazione con l’obbligo di autocertificazione.

Passando a zona arancione rimarrebbe invariato il divieto di spostarsi dal proprio Comune e di entrare o uscire dal territorio regionale, salvo per motivi di lavoro, salute o urgenza. Bar e ristoranti, mense, pasticcerie e gelaterie rimarrebbero sempre chiusi. Asporto, consegne a domicilio invece sarebbero di nuovo attivi. Gli esercizi commerciali sarebbero riaperti ad esclusione dei grandi centri commerciali chiusi nel weekend.

Inoltre nella zona arancione le seconde e le terze medie tornerebbero a scuola in presenza. Invariata la didattica a distanza per le superiori e la capienza sui trasporti pari al 50%.

Se per alcune regioni la situazione è in miglioramento non lo è per tutte. Alcune zone potrebbero invertire il processo passando dall’arancione al rosso.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid, gelo sul Vaccino AstraZeneca: “Serve uno studio ulteriore”

Covid
Covid (Pixabay)

La Basilicata è tra queste a seguito del picco di positivi dello scorso mercoledì. Sottocontrollo anche Puglia, Friuli Venezia Giulia e LiguriaMolise e Veneto, per ora gialle, sono monitorate in quanto classificate con il rischio di progredire nel mese a venire.

VG

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.