Bollettino dell’1 dicembre: oltre 780 nuovi decessi nelle ultime 24 ore

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, martedì 1 dicembre, ha comunicato i dati dell’epidemia da coronavirus in Italia tramite bollettino.

Bollettino coronavirus mappa regione
(Ministero della Salute)

Pubblicato il nuovo aggiornamento sull’epidemia da Coronavirus, diffusasi in Italia. Stando alla tabella sanitaria del Ministero della Salute, i casi di contagio sono saliti a 1.620.901 con un incremento di 19.350 unità rispetto alla giornata di ieri. Ancora in calo i soggetti attualmente positivi che ad oggi risultano essere 779.945 (-8.526), così come i ricoveri in terapia intensiva (-81) che ammontano in totale a 3.663. Il numero dei guariti è giunto a 784.595, ossia 27.088 unità in più di ieri. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 785 decessi che hanno portato il bilancio delle vittime dall’inizio dell’emergenza a 56.361.

La Regione Emilia Romagna, si legge nelle note, ha comunica l’eliminazione di 3 casi dei giorni passati, in quanto giudicati non casi Covid-19.

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di lunedì 30 novembre

Coronavirus bollettino italia dicembre
(Getty Images)

Il Ministero della Salute nella giornata di ieri ha comunicato che i casi di contagio dall’inizio dell’emergenza erano saliti a 1.601.554. Tornavano in calo i soggetti attualmente positivi al virus che risultavano essere 788.471, così come i pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva che ammontavano a 3.744. Il numero complessivo delle persone guarite era giunto a 757.507. Saliva purtroppo il numero dei decessi  complessivo dall’inizio dell’emergenza giunto a 55.576.

La Regione Abruzzo, si leggeva nelle note, segnalava la sottrazione di 1 caso dei giorni passati, in quanto duplicato ed ha aggiornato il dato dei ricoverati non in terapia intensiva che lunedì era stato sottostimato di 29 unità. L’Umbria  segnalava, invece, un ricalcolo dei decessi.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 30 novembre: tornano in calo i soggetti attualmente positivi

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di domenica 29 novembre

Pubblicato dal Ministero della Salute, nella giornata di domenica, l’aggiornamento relativo all’epidemia da Coronavirus, diffusasi in Italia. Dal bollettino si evinceva che i casi di contagio erano saliti a 1.585.178 . In aumento i soggetti attualmente positivi che risultavano essere 795.771. In calo, invece, i pazienti ricoverati in terapia intensiva che contavano 3.753 pazienti. Il numero dei guariti era giunto a 734.503. Purtroppo si aggravava il bilancio dei decessi che portavano il totale delle vittime in Italia dall’inizio dell’emergenza a 54.904.

La Regione Emilia Romagna, si leggeva nelle note, segnalava l’eliminazione di 2 casi dei giorni precedenti, in quanto giudicati non casi Covid-19.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 29 novembre: oltre 13 mila nuovi guariti nelle ultime 24 ore

Pandemia, Ilaria Capua: “Somministrazione vaccini? Durerà per tutto il prossimo anno”

Il fatto di essere davanti ad una delle più grande pandemie registratesi sul Pianeta, mi porta ad evitare di parlare di cose irrilevanti“. Questa la risposta di Ilaria Capua a tutti coloro che l’hanno presa di mira per la sua tesi di laurea a 23 anni in veterinaria. La dottoressa ha aggiunto poi che si tratterebbe solo di uno spreco di energie, ciò che importa adesso è essere uniti e marciare tutti nella stessa direzione. Soffermandosi sulle vaccinazioni, Ilaria Capua ritiene che non sarà facile da ottenere una copertura totale, per raggiungere la cosiddetta immunità di gregge almeno il 75% della popolazione dovrebbe essere vaccinata. Una somministrazione in termini di tempo che si traduce in un piano che avrà corso per tutto il 2021.

Quanto alla sicurezza dei vaccini, la Capua ha dichiarato al Corriere della Sera, che non vi è nulla da temere. La trasparenza oggi è alla base di tutto e le aziende farmaceutiche ne sono ben a conoscenza.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —>Pandemia, Ilaria Capua: “Somministrazione vaccini? Durerà per tutto il prossimo anno”

Crisanti: “Si parla di sci con 600 morti al giorno, questo Paese non è normale”

Resto senza parole nel sentire che si parli di sci con 600 morti al giorno. Andare a sciare per divertirsi sapendo che questo causerà un aumento dei casi di contagio e dei decessi? Penso che questo non sia un Paese normale“. Queste le parole del virologo Andrea Crisanti, durante la puntata di stamane di Buongiorno, in onda su Sky Tg24. L’esperto ha poi proseguito parlando dei numeri relativi all’epidemia da Covid-19 in Italia affermando che ventimila contagi al giorno non possono significare che il Paese è fuori dalla pandemia anche se vi è un calo che, però, non è omogeno tra tutte le regioni. “La curva dei decessi – prosegue Crisanti- è influenzata dall’andamento dell’epidemia di 3-4 settimane fa, quando c’era il picco di trasmissione. I dati non diminuiranno ancora prima di una decina di giorni“.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —>Crisanti: “Si parla di sci con 600 morti al giorno, questo Paese non è normale”


Il virologo si è poi soffermato sulle possibili misure che il Governo introdurrà mediante il nuovo Dpcm che entrerà in vigore il prossimo 4 dicembre.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.