Allerta alimentare, ritirato prodotto caseario per listeria

Continuano le segnalazioni da parte del Ministero della Salute, questa volta ritirato dal mercato un formaggio a latte crudo per presenza di listeria

Formaggio a latte crudo ritirato per listeria, vediamo quale
Formaggio (Foto di Jill Wellington da Pixabay)

In queste ultime settimane la lista dei prodotti ritirati dal mercato per presenza di contaminanti pericolosi per la nostra salute continua a crescere. Nei giorni scorsi il Ministero ha bloccato diversi prodotti da forno per la presenza si ossido di etilene oltre i limiti nei semi di sesamo, ma anche insaccati e latte a lunga conservazione.

Ritirato un lotto di salsiccia abruzzese appassita piccante distribuita con codice IT 1609 L CE a marchio Tavola Italia. Le analisi del Servizio veterinario Isp. Alimenti dell’O.A. Asl di Frosinone hanno riscontrato la presenza di Salmonella Derby. Il prodotto indicato è stato venduto in confezioni da circa 200 grammi con il numero di lotto 250920 e la scadenza 21/07/2021.

Nel mirino anche il lotto 20288 che riguarda il latte intero UHT Milbona della Lidl da un litro, ritirato per via di una potenziale perdita di sterilità delle confezioni.

Formaggio a latte crudo ritirato per listeria, vediamo quale

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @haccpsystemgroup

Il Ministero della Salute ha richiamato un lotto di Formaggio a latte crudo – Formaggella, a marchio Chiarelli Pierluigi. Il motivo è la presenza di “Listeria monocytogenes rilevata in autocontrollo”.

Il prodotto in questione è pre-imballato e venduto in unità a peso variabile, il numero di lotto il 02102020. Come riportato nel comunicato il formaggio è commercializzato esclusivamente presso l’azienda di trasformazione latte dal 12/10/2020 al 16/11/2020.

LEGGI ANCHE -> Nuova allerta alimentare, ritirati tre prodotti da forno per rischio chimico

Allerta alimentare, ritirato prodotto caseario per listeria
Formaggio (Foto di HNBS da Pixabay)

Il marchio del prodotto e la ragione sociale dell’OSA è Chiarelli Pierluigi, il marchio del produttore non dichiarato ma la sede dello stabilimento si trova in Località Sette Colli, a Lovere in provincia di Bergamo. Tutti coloro che hanno acquistato il formaggio sono invitati a “non consumare il prodotto ed a restituirlo al produttore”.

 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.