Svolta nel caso del neonato abbandonato a Ragusa: arrestato un uomo

Un uomo di 59 anni è stato arrestato a seguito delle indagini della Polizia relative al caso del neonato abbandonato lo scorso mese a Ragusa.

Neonato abbandonato Ragusa arrestato
(Rainer Maiores – Pixabay)

Svolta nelle indagini sul caso legato al bambino abbandonato a Ragusa lo scorso mese. La Polizia del capoluogo di provincia siciliano ha arrestato l’uomo di 59 anni che aveva detto agli investigatori di aver rinvenuto il piccolo all’interno di un sacchetto di plastica dinanzi la sua macelleria lo scorso 4 novembre. Dopo il ritrovamento, gli inquirenti hanno proseguito gli accertamenti, i quali avrebbero fatto emergere che l’uomo avrebbe inscenato il ritrovamento del neonato dopo che la sua compagna lo aveva partorito nella sua casa di Modica.

Leggi anche —> Ragusa, il neonato abbandonato in un cassonetto ha trovato una famiglia

Ragusa, svolta nel caso del neonato abbandonato il mese scorso: arrestato un uomo di 59 anni

Femminicidio Pordenone compagna
Polizia (Getty Images)

La Polizia di Ragusa ha arrestato e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari un uomo di 59 anni che adesso sarebbe gravemente indiziato per il reato di abbandono di un neonato. Stando a quanto riporta la stampa locale e la redazione de Il Messaggero, l’uomo avrebbe inscenato il ritrovamento del bimbo appena nato, rinvenuto lo scorso 4 novembre in un sacchetto di plastica avvolto solo in un plaid e con il cordone ombelicale ancora attaccato. Dopo il ritrovamento, il piccolo era stato trasportato in ospedale e, fortunatamente, i medici sono riusciti a salvargli la vita.

La polizia, intervenuta sul posto, su segnalazione dello stesso 59enne, ha immediatamente avviato le indagini per ricostruire quanto accaduto e rintracciare i responsabili dell’abbandono. Il 59enne agli investigatori avrebbe affermato di aver trovato il piccolo nel sacchetto dinnanzi alla sua macelleria e di aver chiamato in suo aiuto un’amica, insieme alla quale hanno deciso di contattare le forze dell’ordine. Dagli accertamenti, come riporta Il Messaggero, però, sarebbe emerso che l’uomo avrebbe simulato il ritrovamento del piccolo che era stato partorito in casa, a Modica, dalla sua compagna 41enne. Quest’ultima avrebbe chiesto al compagno di lasciare il neonato in ospedale, ma lui avrebbe deciso di metterlo in un sacchetto, portarlo sino a Ragusa e lì poi inscenare il ritrovamento avvisando le forze dell’ordine.

Leggi anche —> Neonato ritrovato nella spazzatura: l’agghiacciante scoperta di un passante

(Getty Images)

Dopo il ricovero in ospedale, nel reparto di terapia intensiva neonatale, il piccolo qualche giorno fa ha lasciato l’ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa ed è stato affidato ad una nuova famiglia, che dovrebbe adottarlo. Dopo la sconvolgente notizie, numerose famiglie avevano chiesto l’adozione del bimbo a cui i sanitari avevano dato il nome di Vittorio Fortunato.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.