DPCM di Natale, cosa cambierà dalla giornata di domani

Dalla giornata di domani entrerà in vigore il nuovo Dpcm Natale che disciplina il paese per tutto il periodo delle festività. Ecco cosa cambierà.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giuseppe Conte (@giuseppeconte_ufficiale)

Giornata di transizione oggi, da domani molte cose cambieranno. Con l’entrata in vigore da domani del nuovo DPCM sono molte le novità ivi riportate. In primis, permane la distinzione in base al colore della propria regione, tuttavia nelle zone gialle e arancioni i negozi resteranno aperti sino alle ore 21:00 (questo fino al 06 gennaio 2021). Fermo il divieto per le regioni rosse. Nei festivi e prefestivi saranno aperte le seguenti attività: farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabacchi, edicole…solo per citarne alcune. La ratio di queste misure consiste – come è facile da intuire – nel ridurre il più possibile gli assembramenti. Nelle regioni rosse ovviamente rimangono aperte solo le attività essenziali (prima necessità e generi alimentari).

LEGGI ANCHE –> Cambiamento climatico, come i boschi potranno assorbire più CO2: lo studio

DPCM Natale, dai nuovi colori ai droni: cosa bisogna aspettarsi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Roberto Speranza (@robertosperanza79)

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha già annunciato che alcune regioni cambieranno colore: Campania, Toscana, Valle d’Aosta e la Provincia autonoma di Bolzano da rosse ad arancioni. Questo significa che per tali regioni ci sarà la riapertura delle attività. L’Abruzzo è l’unica regione così a rimanere rossa. Un punto molto discusso è stato sull’utilizzo dei droni. Questi dispositivi infatti verranno impiegati allo scopo di evitare ulteriormente che si possano creare degli assembramenti. Nella capitale i droni saranno attivi già da questo fine settimana. Per poi espandersi in tutta Italia.

LEGGI ANCHE –> L’omicida di Noemi Durini chiede di lavorare fuori dal carcere: la famiglia si oppone

Drone
Drone (getty images)

Il fatto che l’Italia sia sempre meno rossa aggiunge Speranza, non significa abbassare la guardia ma impegnarsi per evitare la terza ondata del virus agli inizi del 2021.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.