Flavio Insinna, da giovane voleva fare un altro mestiere poi cambiò idea: il motivo

In una recente intervista Flavio Insinna ha svelato qual era il suo sogno nel cassetto da piccolo. Poi qualcosa gli fece cambiare idea.

Flavio Insinna voleva fare altro mestiere quale
Flavio Insinna (Instagram)

Quante volte vi viene voglia di andare a sbirciare la biografia delle star solo per sapere quanti figli hanno, quante volte si sono sposati o com’erano da giovani? Scoprite insieme a noi di Yeslife alcuni di questi divertenti aneddoti. Vi racconteremo ogni giorno chi erano, chi sono e chi vorrebbero essere in futuro i personaggi più amati dei nostri giorni (e non solo).

Oggi scopriamo insieme quale era il sogno nel cassetto di Flavio Insinna prima di diventare un grande conduttore della tv. Ve lo siete mai chiesti?

Leggi anche -> Avete mai visto la fidanzata di Insinna? La loro è una favola moderna

Flavio Insinna, il mestiere che voleva fare da giovane

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Flavio Insinna (@flavioinsinna_)

Ospite nel salotto di Alberto Matano alcuni mesi fa, Flavio Insinna ha raccontato alcuni interessanti aneddoti riguardo al suo passato. Brutte esperienze, ma anche vecchi sogni ormai riposti nel cassetto e che tuttavia strappano ancora un sorriso.

Tra questi c’è anche il mestiere che desiderava fare la bambino, prima che la sua vita prendesse tutt’altro corso. Rivolgendosi a Rita Dalla Chiesa, ospite come lui durante il programma, il conduttore ha ricordato che da piccolo desiderava fare il carabiniere, ma fu proprio l’omicidio del padre della conduttrice a farlo desistere.

Insinna ammirava l’arma dei Carabinieri e sognava segretamente di entrare a farne parte. A distanza di molti anni ricorda ancora il giorno in cui, insieme a suo padre, venne a conoscenza della morte di Carlo Alberto Dalla Chiesa, ucciso per mano della mafia nel 1982.

Leggi anche -> Rai è tempesta, il gesto di Insinna che lo condanna all’addio

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Flavio Insinna (@flavioinsinna_)

“Quando ascoltammo la notizia mio padre iniziò a parlarmi di quell’uomo tanto coraggioso, volevo fare l’ufficile poi non ce l’ho fatta. Quel ricordo mi ha segnato per sempreha ricordato con dolore il conduttore.