Roberto Burioni, la biografia del noto medico: carriera e vita privata

Roberto Burioni è il medico più noto del palcoscenico italiano, la biografia: studi, carriera e vita privata.

Roberto Burioni biografia
Roberto Burioni durante la trasmissione Che tempo che fa (screenshot)

Il nome di Roberto Burioni non è giunto alle orecchie del pubblico con il dilagare della pandemia. La sua è una figura divenuta nota agli inizi del 2010 quando, grazie ai suoi interventi sui social, rispondeva tuonando ai no-vax. È proprio sul tema dei vaccini che il suo nome è approdato sul piccolo schermo. La sua incommensurabile competenza lo ha reso un punto di riferimento.

Ma chi è Roberto Burioni? Quali sono stati i suoi studi? Cosa si sa della sua vita privata?

Leggi anche —> Franco Locatelli, biografia del presidente del CSS: carriera e vita privata

Roberto Burioni, la biografia del noto medico: studi e carriera

Leggi anche —> Anthony Fauci, la biografia dell’immunologo statunitense di origini italiane

Roberto Burioni è nato a Pesaro il 10 dicembre 1962. Un uomo di grande cultura, la cui propensione allo studio emerse già in giovane età. Diplomatosi al Liceo Classico di Urbino, decise di iscriversi alla Facoltà di Medicina e Chirurgia precisamente a Roma presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Un volta conseguito il titolo decise di specializzarsi in Allergologia ed Immunologia clinica nelle Marche, per poi proseguire con un dottorato di ricerca in Scienze microbiologiche a Genova.

Le sue competenze e la sua eccezionale preparazione lo portarono poi Oltre Oceano, precisamente in Georgia prima e Pennsylvania. Un’esperienza quella negli USA molto prolifica che nel 1989 lo fece divenire visiting scientist al Center for Molecular Genetics di San Diego, in California. All’inizio degli anni ’90 Roberto Burioni tornò a Roma proprio nell’Ateneo in cui si era laureato, in veste di ricercatore e nel 1994 si traferì nelle Marche per ricoprire un ruolo all’interno dell’Università Politecnica. Nel 2004 divenne anche professore a Milano dapprima come associato poi come ordinario al San Raffaele.

Nel 2016 pubblicò un libro che riconfermò la sua posizione nei confronti dei no-vax e con cui ribadì l’assenza di veridicità di alcune notizie divulgate sui social, titolato “Il vaccino non è un’opinione”. Un irremovibile convincimento il suo, tant’è che nel 2017 avanzò la proposta che il vaccino divenisse obbligatorio per i bambini di asili e scuole primarie. Lo stesso anno pubblicò un altro libro che già dal titolo faceva comprendere l’argomento: “La congiura dei Somari. Perché la scienza non può essere democratica” Nel 2019, invece, uscì: “Omeopatia. Bugie, leggende e verità”. Quello stesso anno fondò l’Associazione Patto per la Scienza. Un anno prima, invece, inaugurò il suo sito Medicalfacts.it. I riconoscimenti ottenuti dal Professor Burioni sono innumerevoli dal Premio Jano Planco d’oro 2017 al  Premio Evidence 2019, Fondazione GIMBE solo per citarne un paio.

Con l’imperversare della Pandemia, il professore ha ulteriormente incrementato il proprio impegno nei confronti dei cittadini effettuando un’informazione sempre e puramente scientifica. Nulla di aleatorio solo dati.

Roberto Burioni, vita privata

Per quanto il professor Roberto Burioni sia una star dei social della sua vita privata si sa ben poco, come accade per molti suoi colleghi.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Sarebbe convolato a nozze in tarda età con un’avvocatessa in carriera, da cui avrebbe avuto una figlia.