Bollettino del 14 dicembre: in calo i soggetti attualmente positivi

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, lunedì 14 dicembre, ha comunicato i dati dell’epidemia da coronavirus in Italia tramite bollettino.

Bollettino coronavirus mappa regione
(Ministero della Salute)

Come di consueto, il Ministero della Salute ha pubblicato sul proprio sito l’aggiornamento relativo all’epidemia da Covid-19 in Italia. Stando alla tabella sanitaria odierna, il numero dei casi di contagio dall’inizio dell’emergenza è salito a 1.855.737 con un incremento di 12.030 unità rispetto alla giornata di ieri. Tornano in calo, dopo l’aumento di ieri, i soggetti attualmente positivi che ad oggi risultano essere 675.109 (-10.922). Diminuiscono ancora, invece, i pazienti ricoverati in terapia intensiva (-63) che ad oggi ammontano in totale a 3.095. Il numero delle persone guarite è giunto a 1.115.617, ossia 22.456 in più di ieri. Nelle ultime 24 ore, purtroppo, si è aggravato ancora il bilancio delle vittime con 491 decessi che hanno portano il totale dall’inizio dell’emergenza a 65.011.

La Regione Abruzzo ha segnalato l’eliminazione di 1 caso, in quanto giudicato non caso Covid-19. Per la stessa motivazione, l’Emilia Romagna ha eliminato 4 casi. La Regione Campania, infine, al momento non ha a disposizione i dati quotidiani sugli ingressi in terapia intensiva.

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di domenica 13 dicembre

Coronavirus bollettino italia dicembre
(Getty Images)

Stando alla tabella sanitaria divulgata ieri dal Ministero della Salute, il numero dei casi di contagio dall’inizio dell’emergenza era salito a 1.843.712. Tornavano in aumento i soggetti attualmente positivi che ammontavano a 686.031. Diminuivano, invece, i ricoveri in terapia intensiva che risultavano essere 3.158. Il numero dei guariti era giunto a 1.093.161. Nelle ultime 24 ore si erano registrati 484 decessi che portavano il bilancio totale a 64.520.

La Regione Emilia Romagna, si leggeva nelle note, segnalava l’eliminazione di 1 caso dei giorni passati, in quanto giudicato non caso Covid-19.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 13 dicembre: salgono nuovamente gli attualmente positivi

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di sabato 12 dicembre

I numeri relativi all’epidemia da Coronavirus in Italia sono stati diffusi come di consueto anche sabato, tramite tabella sanitaria, dal Ministero della Salute. Stando a quest’ultima, il numero delle persone risultate positive al virus dall’inizio dell’emergenza era salito a 1.076.891. Diminuivano i soggetti attualmente positivi che ammontavano a 684.848. Diminuivano invece i ricoveri in terapia intensiva che contavano 3.199 pazienti. Il numero dei guariti era giunto a 1.076.891. Purtroppo si aggrava ancora il bilancio dei decessi che portava il totale a 64.036.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Bollettino del 12 dicembre: i dati dell’epidemia

Novità per documenti d’identità: scadenza prorogata fino ad Aprile 2021

Relativamente alla problematica legata ai documenti in scadenza o scaduti durante la pandemia, il Governo aveva predisposto proroghe per i termini del rinnovo. Con il Cura Italia inizialmente, la proroga era stata prevista per agosto. Di seguito con il decreto Rilancio era stata estesa a fine anno. E ora con l’ultimo decreto sull’emergenza Covid, è stata allungata fino al 30 aprile 2021. Questa decisione è arrivata grazie ad un emendamento approvato in commissione Affari costituzionali in Senato.

Le misure vanno incontro a coloro che non possono recarsi presso gli uffici pubblici. Inoltre il l’obiettivo è ridurre il carico di lavoro della Pubblica Amministrazione, i cui addetti sono impegnati per la maggior parte in smart working. Ma non solo, l’obiettivo è quello di evitare anche qualsiasi tipo di assembramento all’interno degli uffici aperti al pubblico.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Novità per documenti d’identità: scadenza prorogata fino ad Aprile 2021

Il governo valuta una nuova stretta per Natale. Le possibili ipotesi

Resta sul banco del Governo la questione festività natalizie. Tra chi a gran voce chiede almeno di aprire a spostamenti tra piccoli Comuni e chi invece vorrebbe la serrata l’Esecutivo resta a lavoro per cercare di contemperare tutte le posizioni.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —>  Il governo valuta una nuova stretta per Natale. Le possibili ipotesi

Ad oggi parrebbe che l’idea più plausibile sarebbe quella di rendere tutte le regioni rosse o arancioni nelle giornate dove potrebbero registrarsi maggior movimenti, con unica deroga nei confronti dei piccoli comuni.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Più precise saranno le indicazioni che arriveranno nelle prossime ore, quando il Comitato Tecnico Scientifico incontrerà i capi delegazioni per varare il miglior piano he possa scongiurare ogni impennata della curva epidemiologica. L’obiettivo rimane quello di scongiurare una terza ondata dell’epidemia rendendo vani i sacrifici fino ad ora compiuti dalla popolazione.