Killer di Twitter: uccide e smembra 9 persone conosciute online

L’assassino ha adescato le sue vittime nella celebre piattaforma online per poi ucciderle e smembrarle. 

disegno tribunale killer
Disegno del processo (Mirro)

L’agghiacciante omicidio è avvenuto in Giappone. L’assassino è Takahiro Shiraishi, 30 anni, il quale ha adescato 9 persone tramite la famosa applicazione per incontri online, Twitter. Le vittime sono 8 donne, tra queste la più giovane aveva solo 15 anni, e 1 uomo. Secondo quanto riportano i media locali, il gruppo è stato convinto a presentarsi in un appartamento nella città di Zama a Kanagawa, Tokyo, luogo dove il malvivente le ha strangolate e smembrate, prima di riporre i loro resti in grandi celle frigorifere. Il “Killer di Twitter”, così è stato soprannominato Shiraishi, è stato condannato a morte.

LEGGI ANCHE >>> Chiusa fuori casa: donna morta infilzata nel recinto a -20°C

Un delitto agghiacciante da film dell’orrore: cosa è successo nell’appartamento del Killer di Twitter”

appartamento giappone
L’appartamento del killer (Mirror)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Addetto ai bagagli picchia a morte l’hostess della British Airways

Secondo l’agenzia di stampa Jiji, le 9 persone adescate su Twitter dal killer condividevano un malessere profondo: tutte le vittime avevano espresso pensieri suicidi. Di conseguenza, l’assassino le avrebbe invitate nel suo appartamento per aiutarle a porre fine alla loro vita. Non a caso, il suo profilo Twitter citava: “voglio aiutare le persone che soffrono davvero.” 

Durante il processo, gli avvocati di Shiraishi hanno sostenuto che il giovane abbia ucciso le vittime sotto il loro consenso. Tuttavia, il presidente della Corte Naokuni Yano ha giudicato Takashiro sano di mente e, perciò, colpevole e pienamente responsabile degli omicidi. “Nessuna delle nove vittime ha acconsentito a essere uccisa.” riporta l’emittente locale NHK. Le indagini sono iniziate quando il killer è stato ripreso da telecamere a circuito chiuso: il ragazzo stava camminando con una donna precedentemente dichiarata scomparsa. I resti delle vittime, di età compresa tra i 15 e i 26 anni, sono state ritrovate dagli agenti il 31 ottobre 2017. 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

polizia giapponese
Polizia giapponese (Getty Images)

9 i corpi smembrati, di cui 240 ossa nascoste in refrigeratori e cassette degli attrezzi.

Fonte: Mirror