Tragedia nella stanza di una parrocchia: madre e figlio ritrovati morti

Una madre 36enne ed il figlio di 6 anni sono morti per via di una fuga di gas all’interno di in una stanza a loro dedicata di una parrocchia a Velletri.

Velletri stufa madre e figlio morti
Polizia (Getty Images)

Dramma a Velletri, dove una donna 36enne ed il figlio di soli 6 anni sono stati ritrovati senza vita nella mattinata di ieri all’interno di una stanza a loro dedicata di una parrocchia. Stando ad una prima ricostruzione, la donna avrebbe acceso la stufa per riscaldare il locale, ma durante la notte quest’ultima si sarebbe spenta ed il gas sarebbe continuato a fuoriuscire uccidendo nel sonno le due vittime. Sull’accaduto sono in corso le indagini della Polizia di Stato che è giunta presso la struttura per gli accertamenti del caso.

Leggi anche —> Stufa a gas difettosa, coppia trovata morta in casa per esalazioni di monossido

Velletri, madre e figlio trovati morti nella stanza della parrocchia: deceduti per una fuga di gas da una stufa

Incidente Brescia politico muore
Ambulanza (Getty Images)

Leggi anche —> Tragico incidente sul lavoro: operaio perde la vita dopo una caduta di diversi metri

Una giovane madre di 36 anni ed il figlio di soli 6 sono trovati morti in una stanza di una parrocchia di Velletri, in provincia di Roma, nella mattinata di ieri, lunedì 14 dicembre. Le due vittime, per via delle difficoltà economiche, erano ospiti della parrocchia gestita da un’associazione che si occupa delle persone bisognose in attesa di trovare una sistemazione. Secondo quanto accertato sino ad ora, come riporta la stampa locale e la redazione di Fanpage, la 36enne domenica sera avrebbe acceso la stufa a fungo presente nella stanza per riscaldare il locale. Purtroppo questa si sarebbe spenta durante la notte continuando a far fuoriuscire gas, il quale avrebbe invaso la stanza uccidendo madre e figlio nel sonno.

Sul posto sono arrivati gli operatori sanitari del 118 che non hanno potuto far altro che constatare il decesso dei due, morti per le esalazioni di gas.

Intervenuti per gli accertamenti del caso anche gli agenti della Polizia di Stato e della Scientifica che hanno avviato le indagini per capire cosa sia accaduto. Rimane da accertare se la stufa si sia spenta da sola per un malfunzionamento o se a spegnerla durante la notte sia stata proprio la 36enne. Intanto, l’autorità giudiziaria ha disposto l’autopsia sui cadaveri delle due vittime.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Una tragedia che non trova posto nelle nostre teste frastornate dal silenzio senza fine di Elena e Francesco.

Attoniti…

Pubblicato da Orlando Pocci Sindaco di Velletri su Lunedì 14 dicembre 2020

La tragedia ha sconvolto l’intera comunità della città in provincia di Roma. Il sindaco, Orlando Pocci, ha commentato quanto accaduto con un lungo post su Facebook: “Una burocrazia – si legge nel post del primo cittadino- cinica aveva ritardato il trasferimento presso un appartamento, non c’è stato il tempo, il destino si è preso gioco di tutti noi e ha portato via quella speranza che avevano riposto sulla nostra comunità. Una sconfitta senza ritorno“.