Bimba di 19 mesi muore agonizzante, ustionata dalla madre

Bimba di 19 mesi muore agonizzante per via di forti ustioni sul suo corpicino. Ha pianto per molto tempo mentre la mamma puliva la casa

Bimba di 19 mesi muore agonizzante
Neonato (Pixabay)

Una vera tragedia è quella che ha portato alla morte di una bambina di soli 19 mesi. Ustionata dalla madre con dell’acqua bollente, più di un’ora a piangere incessantemente e poi il triste epilogo. È quanto è accaduto a Wharmby Avenue, nel Mansfield, nel Regno Unito.

La piccola ha urlato per tantissimo tempo cercando di “attirare” l’attenzione della sua mamma, ma tutto è stato inutile. Lei si è dedicata prima a pulire la casa e forse le tracce di quello che aveva commesso e poi ha portato la bimba dai suoi genitori. Inutile la corsa disperata dei nonni all’ospedale.

Katie Crowde è la giovane mamma di n26 anni che si è resa responsabile di questo triste gesto. Lei per gli inquirenti la responsabile della morte della figlia, motivo per il quale è stata arrestata anche se continua a professarsi innocente.

LEGGI ANCHE –> Colto da un malore si schianta con il furgone: muore un imprenditore

Bimba di 19 mesi muore agonizzante, la ricostruzione della polizia

Neonato con fiore
Neonato con fiore(Pixabay)

LEGGI ANCHE –> Aggredisce il figlio, un uomo paga qualcuno per spezzargli le mani

Secondo le ricostruzioni della polizia la piccola di 19 mesi è stata esposta a dell’acqua calda, bollente e per via della sua piccola età ne è rimasta ustionata. Ha urlato per lungo tempo per far sentire che c’era qualcosa che non andava ma la mamma non si è affatto curata di lei. Pare che nel mentre la bambina piangeva lei faceva uso di cocaina.

E poi ancora, secondo le ricostruzioni della polizia, Katie ha avuto l’accortezza di ripulire la casa per più di un’ora e solo dopo ha portato la sua piccola già agonizzante e in fin di vita a casa dei suoi genitori. Questi, capita la gravità della situazione, sono corsi in ospedale ma ormai era troppo tardi. La piccola è morta dopo poco di arresto cardiaco ed ustioni di terzo grado distribuite sul 65% del suo corpicino.

Mamma Katie ha continuato a ripetere di “aver trovato così” la sua piccola e di non sapere come e perché la bambina di soli 19 mesi sia morta.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Giornalista e compagno morti
Plizia inglese (Gettyimages)

“Non avrebbe mai potuto fare del male a sua figlia” ha continuato a ripetere la donna alla polizia che però l’ha ritenuta colpevole e per questo l’ha fermata. Katie è stata condannata all’ergastolo per l’omicidio della sua bambina.