Morto Donato Bilancia, il serial killer delle prostitute

Morto Donato Bilancia, il serial killer delle prostitute. L’uomo è deceduto a causa di complicazioni dovute al Coronavirus

Donato Bilancia
Donato Bilancia – Instagram

E’ morto nel carcere di Padova, Donato Bilancia (detto Walter) dove stava scontando una pena di 13 ergastoli. L’uomo aveva commesso 17 omicidi tra 1997 e il 1998 tra la Liguria e il Piemonte, nell’arco di tempo di 6 mesi.

Una personalità disturbata fin dalla gioventù la sua, caratterizzata da un rapporto deleterio con entrambi i genitori. Si dà al crimine da adolescente, risalgono ai suoi 15 anni i primi guai con la giustizia. Condannato per rapina nel 1976, riesce ad evadere dal carcere. Il suicidio del fratello che si gettò sotto un treno tenendo tra le braccia il figlioletto di appena 4 anni, amplificò i disturbi mentali già conclamati in Donato Bilancia.

Nel 1997 il primo omicidio. Uccise il biscazziere Giorgio Centanaro. Da lì una serie di efferati crimini, l’ultimo il 20 aprile 1998. Nell’area di servizio Conioli Sud  rapinò e uccise il benzinaio Giuseppe Mileto che aveva negato di fargli credito per un pieno di benzina.

LEGGI ANCHE —> Conte-Renzi, salta l’incontro e sale la tensione

Morto Donato Bilancia. Le cause

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Carmelo Abbate (@carmelo_abbate_)

LEGGI ANCHE —> Renzi: “Pronto a far cadere Conte se vuole avere pieni poteri come Salvini”

Venne arrestato il 6 maggio 1998 dai Carabinieri per un caso apparentemente insignificante. Bilancia aveva il vizio di accodarsi alle auto che lo precedevano per non pagare il pedaggio; segnalato per questo motivo, fu acciuffato dalle forze dell’ordine che videro una corrispondenza tra Bilancia e l’identikit che rilasciò Lorena Castro, una prostituta transessuale che era sfuggita ad un suo agguato. Non oppose resistenza e confessò spontaneamente tutti i delitti.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Donato Bilancia
Martello Giudice (pixabay)

E’ stato dunque condannato a 13 ergastoli per 17 omicidi e a 16 anni di reclusione per il tentato omicidio proprio di Lorena Castro.

E’ morto oggi per complicazioni dovute al contagio da Covid19.