Perde il lavoro e si lancia sotto un treno: muore 52enne

Un cittadino del padovano, noto barista del luogo si è lanciato sotto ad una locomotiva in corsa a causa della perdita del posto di lavoro

uomo perde vita sotto treno
Foto di Christian_Birkholz da Pixabay

La situazione sanitaria nel Paese sta via via degenerando, obbligando il governo a manomettere e aggiornare continuamente i decreti legislativi, dovuti alle restrizioni anti Covid. In seguito alle decisioni parlamentari, la disoccupazione, già ai minimi storici è precipitata vertiginosamente, lasciando a casa milioni di italiani.

A causa dela del nuovo coronavirus, negozi d’abbigliamento, bar e ristoranti hanno dovuto abbassare le saracinesche. In quanto non è permesso neanche il minimo afflusso di persone, considerato motivo di diffusione della pandemia. La decisione però ha sollevato un polverone di polemiche tra tutti gli interessati, che da sempre non vivono altro che di questo.

In questo clima di dissidio interiore e sconforto, qualcuno non ha retto l’onda d’urto della malattia e ha ceduto, preferendo togliersi la vita, in quanto senza più minimo stimolo di sopravvivenza

LEGGI ANCHE —–> Colto da un malore si schianta con il furgone: muore un imprenditore

Dall’apertura al fallimento: il Covid “cancella” la vita di Laurent

uomo perde vita sotto treno
Foto di Michelle Maria da Pixabay

LEGGI ANCHE —–> Grave incidente in scooter: giovane padre muore in ospedale

La pandemia da Covid-19 ha scosso la vita di molte persone, sconcertate e affrante per essere state costrette a rinunciare al proprio posto di lavoro, per causa forza maggiore. Qualcuno sfoga la precarietà con rabbia e indignazione, ma la reazione non è affatto uguale per tutti.

Non lo è stata per Laurent Bovo, un noto barista del padovano, di 52 anni, costretto ad accettare questa “terribile” situazione. Il tutto dopo aver “sudato” milioni di sacrifici, pur di raggiungere il sogno di aprire un’attività in proprio.

Laurent è stata una delle vittime “surclassate” dalla pandemia, che l’ha portato prima a perdere il lavoro, poi sotto i binari di una locomotiva in corsa. Questo è quanto si apprende dalle parole del fratello Massimo. Che he insieme alla cognata ha cercato di risollevare il morale di Laurent, prima di arrivare a prendere decisioni estreme di sopravvivenza.

Quest’ultimo aveva chiuso la sua attività commerciale, ma in compenso era stato assunto all’interno di una gelateria, a coprire l’orario di servizio dalle 17 alle 24. Dopo l’ultimo aggiornamento del DPCM, che ha imposto la chiusura dei negozi a partire dalle 18, Laurent si è ritrovato con un “pugno di mosche” tra le mani: inevitabile la decisione del congedo.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

uomo perde vita sotto treno
Stazione (Foto di Peter H da Pixabay)

Dopo che Laurent, “Lorenzo” per gli amici ha perso anche l’ultima speranza di dignità si è lanciato la scorsa sera sotto i binari di un treno. A rinvenire i resti del corpo dilaniato e smembrato al passaggio della locomotiva è stato un gruppo di lavoratori in servizio presso la stazione di Brusegana, il luogo dove si è consumato il suicidio